Svolta nelle indagini su affidamenti di lavori del Comune di Ceglie

Investigatori della compagnia di Ostuni della Guardia di Finanza hanno notificato nella mattinata odierna informazioni di garanzia a tre dirigenti protempore del Comune di Ceglie Messapica, in relazione ad una indagine diretta dalla procura di Brindisi

CEGLIE MESSAPICA - Investigatori della compagnia di Ostuni della Guardia di Finanza hanno notificato nella mattinata odierna informazioni di garanzia a tre dirigenti protempore del Comune di Ceglie Messapica, in relazione ad una indagine diretta dalla procura di Brindisi e affidata alle stesse "fiamme gialle" ad una in vicenda di affidamenti di lavori e ricorso ad una agenzia interinale, a suo tempo segnalata da alcuni consiglieri di opposizione, i quali denunciavano un presunto strumentale frazionamento degli appalti. Nei mesi scorsi la Guardia di Finanza aveva acquisito materiale documentale relativo agli affidamenti e condotto altri accertamenti di polizia giudiziaria. Due dei tre dirigenti in questione avrebbero già lasciato da qualche tempo il Comune di Ceglie Messapica.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Ennesima rapina a Brindisi: in tre irrompono in tabaccheria, paura tra i clienti

  • Politica

    "In campo per rivitalizzare la sinistra, nessuna ostilità nei confronti del Pd"

  • Cronaca

    Traffico di droga dall’Albania: processo in abbreviato per dieci brindisini

  • Economia

    "Il porto non ha perso i finanziamenti, alcune opere già ultimate"

I più letti della settimana

  • "Niente posto per mio figlio. Sembrava di essere in un film di guerra"

  • Estorsioni, rapine, droga e Kalashnikov: undici arresti

  • "Un grosso felino nelle campagne": ricerche tra molti dubbi

  • Rapina nella farmacia comunale: banditi armati di coltello, due feriti

  • "Mio figlio è scomparso": partono le ricerche, ma si trovava nell'armadio

  • Scu, traffico di droga: il pm chiede venti anni per i presunti capi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento