Bilancio 2017, dalla maggioranza correzioni per quattro milioni di euro

La sindaca e i consiglieri di Noi Centro, Direzione Italia, Ds e Brindisi prima di tutto approvano emendamenti per fiere, eventi, turismo. Per il Wine Festival altri 22mila euro, dopo i 18mila previsti dalla Giunta. L'opposizione: "Accontentate le associazioni di riferimento". Elefante: "Non faccio nomi, sennò mi querelano: ma lo sanno tutti"., Marino: "Vergognoso"

BRINDISI – Manovra correttiva di quasi quattro milioni di euro, varata dalla stessa maggioranza centrista, quella che non più tardi di due settimane fa ha confezionato il bilancio di previsione 2017: i consiglieri  di Noi Centro, Direzione Italia, Ds e Brindisi prima di tutto e la sindaca, che resta titola della delega, oggi in Aula hanno approvato emendamenti per garantire maggiore ossigeno a una serie di capitoli di spesa definiti dalla (loro) Giunta per finanziare eventi, manifestazioni e incentivi al turismo, tra i quali il Negroamaro Wine Festival, più il nuovo raccordo ferroviario e ancora mitigazione del rischio idrogeologico.

L'entrata del Festival in piazza della Vittoria

Diciassette voti favorevoli espressi in Consiglio comunale, dopo aver bocciato le proposte correttive presentate dagli esponenti di opposizione. Quorum qualificato raggiunto con la seguente motivazione che risulta scritta nella presentazione dell’emendamento letto da Luciano Loiacono, capogruppo Ds: “Dall’analisi del documento contabile nasce spontanea una razionalizzazione per gli interventi di spesa, toccando diversi settori che vanno dal turismo alla cultura e ai lavori pubblici, agli interventi per le famiglie meno abbienti, passando anche attraverso un’analisi che riguarda la progettazione sui beni ceduti dal Demanio al Comune”. Si legge ancora: “Tale emendamento, pur presentandosi in maniera complessa, evidenzia la volontà politica mirata all’oculatezza e all’attenzione verso tematiche importante per la città, dando dignità a settori sino ad ora dimenticati, ma che possono fungere da volano per un rilancio e un riscatto cittadino”. Immediata la reazione dei consiglieri di minoranza: “Ma la Giunta, allora, cos’ha fatto? Forse è il caso lo spiegate a questa città, così come serve spiegare a cosa servono gli aumenti per eventi e manifestazioni, come il Wine Festival per il quale a fronte dei 18mila già stanziati, chiedete 22mila euro”. Sarcastico Riccardo Rossi: “Vi devono fare alcool test, evidentemente”, ha detto scuotendo la testa. Duro il commento del consigliere del Pd, Antonio Elefante: “In questo modo, vengono accontentate associazioni che hanno consiglieri come punto di riferimento: non faccio nomi, sennò mi querelano”.

La manovra deliberata dalla maggioranza attiene ai seguenti capitoli di bilancio:  più 25mila euro per gli oneri di frazionamenti dei suoli a Tuturano e La Rosa (in aggiunta ai 25mila previsti); 22.500mila euro per la gestione del parco delle saline di Punta della Contessa, boschi di Cerano e Santa Teresa; diecimila euro per l’organizzazione di fiere nazionali e internazionali; più 22 mila per il Negroamaro Wine Festival;  più ottomila euro per manifestazioni nautiche (in aggiunta ai 40mila già previsti dalla Giunta); più 30mila per manifestazioni in genere (in aggiunta a 34mila); 56mila euro per interventi diversi nel campo turistico; 26mila euro per oneri per il concorso di progettazione per aree da valorizzare; 30mila per l’agenzia degli affitti (che deve ancora essere istituita). Inoltre: più centomila euro per la messa in sicurezza di via Vittorio Emanuele, via Stazione e via Colemi a Tuturano (in aggiunta ai centomila); un milione e 748.207 per il nuovo raccordo ferroviario e un milione e 836.636,92 per interventi di mitigazione del rischio idrogeologico per il piano nazionale.

Marika Rollo e Pasquale Luperti-2Bocciati tutti i correttivi partoriti dai banchi delle opposizioni, tra i quali quelli del Pd per finanziare l’assistenza domiciliare integrata; quelli di Brindisi Bene Comune per ridurre di centomila euro i ticket a carico delle società sportive per l’utilizzo degli impianti comunali attraverso l’istituzione di tre Varchi  Elettronici per il controllo del traffico e parcheggio selvaggio, in Piazza Mercato, Piazza Duomo-Via Colonne e Piazza San Giovanni al Sepolcro. Niente da fare neppure per le proposte dei Coerenti per Brindisi, presentate dalla coppia Pasquale Luperti-Marika Rollo, in materia di sicurezza a partire dalle strade nei pressi della scuola Modigliani, rioni Sant’Elia, in piazza Ciaia, e poi nell’area dell’ex Inapli, ancora da completare. Stessa sorte per lo sportello informativo per immigrati e l’assistenza alle famiglie meno abbienti, proposte presentate dai Coerenti.

Luperti chiedeva anche di destinare la quota a carico del Comune a titolo di costo dell’Aro, pari a 63mila euro, per la realizzazione delle isole ecologiche che costituiscono motivo di sanzione alle società di nettezza urbana. Bocciatura, infine, per le variazioni in diminuzione che il capogruppo chiedeva in nome della trasparenza per 255mila euro: meno 18mila euro per la fiera del vino, meno 25mila per la promozione dei prodotti agricoli, meno 55mila per le fiere, meno 5mila per stand, meno 34mila per l’estate brindisina e poi meno 30mila per fiere meno 20mila per promozione del territorio e meno 7mila per il turismo.

nando marino e rino scarano-2

“Tutto questo è vergognoso ma è possibile dopo la campagna acquisiti che ha portato Flores nel gruppo e con il voto della sindaca”, ha concluso Nando Marino. “La città perde per l’ennesima volta, non c’è alcun piano di sviluppo. Chiederemo l’attenzione della Corte dei conti”. In segno di disapprovazione ha abbandonato l’aula. "Maxi emendamento per galleggiare", ha detto Riccardo Rossi. "Del resto, solo così la maggioranza resta, con il voto della stessa sindaca".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Non sono soddisfatto nel dire che si è verificato quanto avevo espresso ieri sull'argomento trattato oggi in Consiglio e, quindi, piaccia o non piaccia alle forze di minoranza che, al di là dello spettacolo offerto degno neanche di essere posto in scena in una bettola e non in una sede istituzionale, devono prendere atto che quella rabberciata maggioranza è stata capace di approvare quel bilancio di previsione. Hanno voluto alcuni consiglieri di minoranza evidenziare la propria capacità nel presentare degli emendamenti, peraltro non in linea sotto l'aspetto formale, respinti, mentre dalla maggioranza si è inteso, superando quanto previsto dallo schema di bilancio della Giunta, procedere ad una pioggia di emendamenti, regolarmente approvati, che non hanno ragion d'essere se non per dimostrazioni di essere stati dottati e che ben potevano trovare allocazione con delibere di variazione o di equilibrio di bilancio, confermando il mio punto di vista al riguardo e cioè che quella proposta di schema di bilancio e gli atti allegati, deliberati peraltro da una rimaneggiata Giunta, ben possono essere ritenuti "tamquam non essent" per "impedimento tecnico". Comunque, ora, è possibile continuare con le sedute di commissioni consigliare, possibilmente congiunte con altre, per discutere sugli argomenti adottati nel DUP certamente ben conosciuto dall'intera assemblea.

Notizie di oggi

  • Economia

    A Parigi firmato anche il futuro di Brindisi: fuori dal carbone entro il 2030

  • Cronaca

    "Sapori del Mediterraneo": location poco sicura, applicata la circolare Gabrielli

  • Cronaca

    Nuova intrusione all'ex Di Summa: furto di farmaci per 100mila euro

  • Eventi

    Cortei storici, sagre, feste e concerti nel week end: l'estate entra nel vivo

I più letti della settimana

  • Ancora una tragedia della strada: brindisino muore alle porte di San Pietro

  • “Gli imputati non sono i nuovi volti della Sacra Corona Unita”

  • Incidente nella notte sulla rotatoria: motociclista in rianimazione

  • Auto fuori strada sulla litoranea, tre donne finiscono in ospedale

  • Incidente sulla rotatoria: motociclista muore dopo tre giorni di agonia

  • Giallo a bordo della Msc Musica: scompare una marittima, ricerche in corso

Torna su
BrindisiReport è in caricamento