L'addio delle galline al vecchio pollaio

BRINDISI - Si sono presentati in forze nelle prime ore del mattino, e alle loro spalle le ruspe in attesa: vigili urbani, carabinieri, guardie forestali e servizio veterinario della Asl questa volta hanno davvero eseguito in via della Torretta, al quartiere Paradiso, lo sgombero del vecchio capannone con copertura in Eternit in cui la famiglia Truppi da oltre 50 anni alleva galline e vende uova.

Il vecchio pollaio con la copertura in Eternit

BRINDISI - Si sono presentati in forze nelle prime ore del mattino, e alle loro spalle le ruspe in attesa: vigili urbani, carabinieri, guardie forestali e servizio veterinario della Asl questa volta hanno davvero eseguito in via della Torretta, al quartiere Paradiso, lo sgombero del vecchio capannone con copertura in Eternit in cui la famiglia Truppi da oltre 50 anni alleva galline e vende uova.

Ci avevano provato anche tre anni fa esatti, il 28 novembre del 2008, ma era andata buca. I Truppi si difendono con i ricorsi al Tar, e anche questa volta il figlio di Cosimo, l'uomo simbolo del pollaio di via della Torretta, che l'altra volta a 80 suonati c'era e stavolta no perchè nel frattempo il Padreterno l'ha chiamato a sé, si è sostituito al padre nella resistenza legale.

Ampio circa 1500 metri, il capannone ha una capacità di 12mila polli e galline ovaiole, malgrado la copertura in amianto ha ottenuto a suo tempo le autorizzazioni sanitarie. L'ordinanza di demolizione è invece del 2007: quel terreno è diventato comunale dopo gli espropri del 1975, e adesso dopo 36 anni i nodi vengono al pettine. Ma le galline non c'entrano. Alle ruspe interessa il vecchio fabbricato, che da domani sarà demolito, e le macerie rimosse subito dopo perchè come altri immobili fatiscenti si trova sul tracciato di via della Torretta e quindi del circuito della circonvallazione interna di Brindisi, la Strada dei Pittachi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pollame, sistemato in apposite gabbie e poi su un Tir, sotto la sorveglianza di veterinari e vigili sanitari, è partito per il nord della Puglia, verso una struttura dove sarà collocato, fa sapere il Comune, in attesa delle decisioni del Tribunale amministrativo regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

Torna su
BrindisiReport è in caricamento