Rapinatori in moto armati di pistola in azione nella stazione di servizio

Rapinatori in azione nella stazione di servizio Ip sita sulla ss7 (la superstrada per Taranto) altezza Latiano: armati di pistola hanno minacciato il benzinaio facendosi consegnare i soldi, sono fuggiti con circa 300 euro

LATIANO – Rapinatori in azione nella stazione di servizio Ip sita sulla ss7 (la superstrada per Taranto) altezza Latiano: armati di pistola hanno minacciato il benzinaio facendosi consegnare i soldi, sono fuggiti con circa 300 euro. Hanno raggiunto la stazione di rifornimento di carburante a bordo di una moto Honda di colore nero, casco integrale e passamontagna, si sono avvicinati all’uomo fingendosi clienti ma poi  hanno estratto l’arma. La vittima non ha potuto fare altro che consegnare il denaro. Si sono dileguati imboccando la ss7 in direzione Taranto, da quanto si apprende uno indossava un casco bianco e nero e l’altro scarpe di colore rosso. Sul posto si sono recati i carabinieri che hanno immediatamente avviato le ricerche dei due malfattori. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      "Differenziata troppo bassa: arriva nuova stangata con l'Ecotassa"

    • Cronaca

      Ancora bus sovraffollati: saltano alcune fermate e gli studenti restano a terra

    • Politica

      “Non intendo prestarmi ancora a questo gioco al massacro”

    • Cronaca

      "La mia vita da cervello in fuga, fra calci in faccia e porte sbattute"

    I più letti della settimana

    • Tragedia del lavoro, muore operaio: aveva 24 anni

    • Studente colto da malore il classe: il professore gli salva la vita

    • Pizzaiolo di Brindisi nell’olimpo degli stellati: è stato assessore provinciale

    • Scu, arrestato latitante: trovato dai carabinieri in una casa di campagna

    • Quasi due chili di droga nascosti in casa: nuovo arresto per un brindisino

    • Stefano Cucchi, inchiesta bis: omicidio preterintenzionale per il carabiniere brindisino

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento