Sfugge agli agenti mentre viene condotto in carcere: caccia a un latitante

Un albanese fermato una settimana fa presso il porto di Brindisi è riuscito a fuggire mentre veniva condotto presso la casa circondariale di Brindisi in via Appia. Ricerche in tutta italia. L'uomo da tempo si sottraeva all'arresto

BRINDISI – Sono in corso in tutta Italia le ricerche di un latitante albanese che sette giorni fa è riuscito a sfuggire agli agenti che lo tenevano in custodia mentre veniva accompagnato presso la casa circondariale di Brindisi in via Appia. L’episodio si è verificato intorno alle ore 2,30 di notte. Lo straniero, sul cui capo pendeva un provvedimento restrittivo al quale da tempo riusciva a sottrarsi, era stato individuato e fermato dal personale della polizia di Frontiera nel corso di controlli effettuati nell'area extra Schenge di Costa Morena Est, su merci e passeggeri in viaggio da e verso l’Albania.

Attraverso un controllo sul database le forze dell’ordine sono subito risalite ai precedenti giudiziari dell’albanese, che una volta espletate le formalità di rito è stato ammanettato. Durante la traduzione in carcere, però, proprio nei pressi della casa circondariale, l’albanese è riuscito a sfuggire ai poliziotti, dileguandosi per le vie limitrofe.

La polizia di Frontiera, contattata dalla redazione, ha confermato l'accaduto, chiarendo di aver subito attivato le operazioni di ricerca del fuggitivo, coinvolgendo tutti gli enti coinvolti in attività di pubblica sicurezza. Note di ricerca sono state diramate in tutto lo stivale. Le forze dell’ordine stanno concentrando le loro attenzioni soprattutto sui porti e sulle città di confine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori stanno anche cercando di risalire a una eventuale rete di complici che potrebbe agevolare la latitanza. E’ difficile infatti sottrarsi per un lungo periodo di tempo alla cattura, senza alcun supporto logistico e, soprattutto, senza denaro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuova vita per le auto rubate: arrestate dodici persone

  • Hai un geco in casa e vuoi liberartene? Ecco le soluzioni

  • Altri sette casi positivi nel Brindisino sui 10 registrati in Puglia

  • Altri sei contagi e due morti nel Brindisino. Dati in calo nel resto della Puglia

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Benzinai rapinati all'alba: in azione banditi armati di pistola e accetta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento