Lavoratori in nero e abusivismo: denunciato un imprenditore

Sospesa l'attività di una industria di casalinghi a seguito di un controllo dei carabinieri. Inflitte pesanti sanzioni

La stazione dei carabinieri di latiano

LATIANO – Aveva impiegato dei lavoratori in nero e stava realizzando un nuovo capannone per lo stoccaggio della merce, senza le autorizzazioni del caso. I carabinieri della stazione di Latiano al comando de maresciallo Luigi D'Oria hanno denunciato a piede libero presso la Procura della Repubblica di Brindisi il titolare di una industria di casalinghi della zona, a seguito di un controllo effettuato ieri mattina (30 novembre) con l’ausilio dei colleghi del Nas, del Nil (carabinieri per la tutela del lavoro) e agli agenti della polizia municipale di Latiano.

I militari si sono recati all’interno dell’attività di casalinghi, riscontrando la presenza, dietro il bancone, di una donna che non aveva regolare contratto di lavoro. Stesso discorso vale per due operai che, accanto all’azienda, stavano completando un capannone in materiale zincato e pannelli coibentali. Si tratta di una struttura, da quanto appurato dai carabinieri, del tutto abusiva, di una estensione pari a 420 metri quadri.  

L’imprenditore è stato diffidato a sospendere i lavori e a sospendere l’attività fino a quando non pagherà le pesanti sanzioni amministrative che gli sono state inflitte. Tali provvedimenti saranno con ogni probabilità seguiti da una ordinanza di ripristino dello stato dei luoghi, che comporterà la demolizione del fabbricato in costruzione. 

Potrebbe interessarti

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Conservazione dei cibi: sai quali sono quelli da tenere fuori dal frigo?

  • Open space: il frigorifero intelligente per la vostra casa

  • Bidoni della spazzatura: come pulirli e igienizzarli

I più letti della settimana

  • Lite in spiaggia: pugni e bastonate contro dipendenti di un lido

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • “Scu, nuove leve in gruppi tipo gangsteristico. Unione tra Brindisi e Lecce”

  • Muore sul tavolo operatorio dopo nove ore: avviate le indagini

  • Brindisino arrestato a Lecce per detenzione di cocaina in dosi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento