Lavoratori Monteco pronti allo sciopero

BRINDISI – Sarà proclamato almeno un giorno di sciopero; resta solo da decidere la data. I lavoratori della Monteco, società che dall’1 marzo gestisce la raccolta di rifiuti in città, avvieranno domani con una assemblea in cui sarà ufficializzata la decisione la procedura per scioperare. I patti non rispettati presi nella fase contrattuale e i rischi per le condizioni di sicurezza non rispettate sono i due punti su cui gli oltre duecento dipendenti non vogliono più sorvolare.

BRINDISI – Sarà proclamato almeno un giorno di sciopero; resta solo da decidere la data. I lavoratori della Monteco, società che dall’1 marzo gestisce la raccolta di rifiuti in città, avvieranno domani con una assemblea in cui sarà ufficializzata la decisione la procedura per scioperare. I patti non rispettati presi nella fase contrattuale e i rischi per le condizioni di sicurezza non rispettate sono i due punti su cui gli oltre duecento dipendenti non vogliono più sorvolare.

Un braccio di ferro tra l’azienda e i sindacati che va avanti fin dai primi giorni in cui Monteco ha cominciato la trattativa per l’assunzione dei lavoratori: secondo l’impegno previsto nel bando di gara assegnato alla Monteco, tutti gli ex Innovambiente avrebbero dovuto mantenere gli stessi diritti acquisiti nel corso degli anni di lavoro con la ditta ce ha lasciato la gestione del servizio.

“A parte alcune voci in busta paga che non sono state rispettate – racconta Luciano Saponaro del sindacato Fiadel – c’è la questione sicurezza che non deve essere trascurato. Gli ispettori che hanno visto il capannone in cui siamo ospitati hanno fatto delle multe all’azienda proprio perchè queste normative di sicurezza non vengono rispettate”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Domani mattina è previsto l’incontro con i lavoratori ma l’indicazione del sindacato è quella di proclamare almeno una giornata di sciopero: la data dovrà essere posticipata di almeno dieci giorni perché, trattandosi di un servizio pubblico, la legge stabilisce dieci giorni di preavviso per avviare la procedura di raffreddamento per scongiurare proprio il blocco del servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Alle rapine con la mamma: colpi ai distributori, quattro arresti

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

Torna su
BrindisiReport è in caricamento