Fontana Tancredi, le associazioni: "Chiameremo il ministro Franceschini"

Le reazioni a Brindisi dopo la sentenza del Tar di Lecce che sblocca i lavori nel cantiere sovrastante l'antico monumento

BRINDISI - Il cartello delle associazioni schierate contro il cantiere edile sovrastante la Fontana di Tancredi, stasera ha diramato una nota sulla sentenza del Tar di Lecce che sblocca i lavori di realizzazione di un immobile destinato ad appartamenti, basandosi sul fatto che l'area non è sottoposta a vincoli e che le autorizzazioni a costruire del Comune di Brindisi, sospese dalla Provincia, sono invece legittime.

Italia Nostra, Legambiente, Touring Club Italiano – Club territoriale di Brindisi, Club per Unesco di Brindisi, Fondazione Tonino Di Giulio, Amici dei Musei pertanto annunciano che si rivolgeranno al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, affinchè intervenga a salvaguardia dell'antico abbeveratoio costruito nel 1162 alle porte della città e all'imbocco della via Traiana.

La sentenza del Tar

La sentenza, ritenendo illegittimo l'annullamento del titolo a costruire emanato dalla Provincia, potrebbe dar luogo alla ripresa dei lavori di costruzione della palazzina multipiano in contiguità con la Fontana Tancredi. Aspettavamo che il TAR disponesse una procedura di verificazione, ovvero che conferisse l'incarico ad un consulente tecnico, per giungere alla valutazione della legittimità del titolo di proprietà originario e di tutti gli atti conseguenti prodotti in causa, richiesta avanzata sia dalla Provincia che dalle associazioni. Allo stato attuale nulla di nuovo è stato provato. 

La sentenza del TAR ha sollevato un'ondata di indignazione nei cittadini di Brindisi, che vedono ancora una volta deturpato un monumento della propria città. Valuteremo, quindi, i termini della sentenza per intraprendere tutte le azioni conseguenti e necessarie. Intendiamo anche rivolgerci direttamente al ministro dei Beni Culturali Franceschini, perché intervenga a tutela della Fontana Tancredi, considerata la sua continua e crescente attenzione verso la valorizzazione dei beni culturali su tutto il territorio nazionale.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • purtroppo questi tribunali amministrativi stanno producendo più danni che benefici, sarebbe ora di eliminarli

  • Dalla foto si vede come la fontna sia circondata da paalazzi di 6 7 pini. Perchè tanto ostracismo con quest'ultimo in costruzione? Oltretutto si tratta di una fontana murale e la sua vista e fruizione non verranno ostacolate dal nuovo edificio. Però, se proprio si vuole impedire di costruire, il Comune o le associazioni culturali che vogliono impedirlo, possono acquistare il suolo al valore di mercato, poichè non è giusto che il legitimo proprietario sia l'unico a rimetterci.

  • La Provincia, o ciò che di essa ne rimane, deve ricorrere al Consiglio di Stato. Almeno così credo che sia la procedura. Per il signor franceschini, è probabile che si faccia sentire e spenda qualche parola a fini elettorali. Tutto qui. Ma poi mi chiedo: ma che costruiscono qui a Brindisi quando il mercato immobiliare è praticamente asfaltato? Boh.....

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Sede Antiracket: "Sequestro da 190mila euro per due impiegati"

  • Cronaca

    Marijuana nello zaino: arrestata studentessa di 16 anni

  • Cronaca

    Brindisina uccisa a colpi di pistola in Brianza

  • Cronaca

    Il Comune non risponde al sindacato: proclamato sciopero alla Markas

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sulla statale 7: muore ex sindaco di San Vito

  • Morte ex sindaco: arrestato l'altro conducente, sotto effetto di alcol e droga

  • Riciclaggio e ricettazione di orologi Rolex e Omega contraffatti: sei arresti

  • Auto si schianta contro un trattore sulla Brindisi-San Vito: un ferito

  • In un ristorante 80 chili di carne in cattivo stato di conservazione, una denuncia

  • Piante di marijuana coltivate a Brindisi: 18 indagati

Torna su
BrindisiReport è in caricamento