Crisi Torre Guaceto, chiesta convocazione consiglio comunale

Sei consiglieri di opposizione del Comune di Carovigno chiedono unanimi la convocazione di un consiglio comunale monotematico su Torre Guaceto. Due di essi avevano già invocato il commissariamento dell'area protetta da parte dello stesso ministero.

CAROVIGNO - Sconcertati dalla gestione della crisi nella gestione del Consorzio di Torre Guaceto, ma anche da alcuni dichiarazioni in sede di audizione in Commissione ambiente al Senato, ed infine dal bando per la ricerca di un presidente e di un consigliere di amministrazione, sei consiglieri di opposizione del Comune di Carovigno chiedono unanimi la convocazione di un consiglio comunale monotematico su Torre Guaceto. Due di essi avevano già invocato il commissariamento dell'area protetta da parte dello stesso ministero.

"Alla luce delle recenti vicende - quali in primo luogo le dimissioni del presidente del Consorzio, succedute alle dimissioni dei componenti del consiglio di amministrazione, e in ultimo le audizioni in Senato sul caso Torre Guaceto - i rappresentanti di tutta l'opposizione Ripartiamo dal Futuro, Pd, Azione Civica e Gruppo Misto del Comune di Carovigno, chiedono a gran voce di fare chiarezza sulla questione, discutere i temi e informare i cittadini attraverso la convocazione di un consiglio esclusivamente dedicato alle vicende che ruotano intorno alla Riserva Naturale", si legge in un comunicato.

Municipio di Carovigno"E' incredibile come negli ultimi periodi intorno a Torre Guaceto si sia assistito a tutto e di più. E' incredibile come al sindaco Brandi e a tutta la sua maggioranza non sia passato minimamente dalla mente il pensiero di convocare un consiglio comunale dedicato! Ricordiamo che il consiglio comunale è l'unico luogo dove discutere democraticamente, è il momento in cui mettere al corrente i cittadini di tutto ciò che che accade in un Comune. Abbiamo assistito a dimissioni di componenti del CdA, dichiarazioni sconcertanti, audizioni in Senato e da ultimo le dimissioni del presidente. Cosa bisogna aspettare ancora? Ecco perché ci sentiamo in dovere di convocare il consiglio monotematico, seppur non spettasse a noi farlo", dicono i consiglieri di opposizione.

"Inoltre oggi assistiamo alla pubblicazione di un avviso pubblico farsa - affermano i consiglieri fitrmatari - per la designazione del presidente e di un componente del cda del Consorzio di Torre Guaceto. Invitiamo tutti a leggere il bando, un bando che fa delle genericità il punto di forza, un bando tanto generico da sembrare un abito cucito su misura, addirittura forse un abito pronto a essere indossato da chi si è appena dimesso da tale carica. In quanto cittadini ci sentiamo offesi da tali manovre e giochi politici. Basta con le prese in giro e spazio alla trasparenza sempre decantata e mai concretizzata".

La richiesta di convocazione del consiglio comunale di Carovigno è stata firmata da Massimo Lanzilotti, Ripartiamo dal Futuro; Marzia Bagnulo, PD; Franco De Biasi, Vincenzo Radisi, Vito Perrino per Azione Civica; Carmela Uggenti per il Gruppo Misto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

Torna su
BrindisiReport è in caricamento