Luminarie: il Tower Bridge di Londra al corso

BRINDISI – Una riproduzione del “Tower bridge” di Londra aprirà la fila di luminarie che si snoderanno lungo corso Garibaldi e viale Regina Margherita, in occasione della festività dedicate ai santi patroni Teodoro e Lorenzo.

La riproduzione del London Tower Bridge

BRINDISI – Una riproduzione del “Tower bridge” di Londra aprirà la fila di luminarie che si snoderanno lungo corso Garibaldi e viale Regina Margherita, in occasione della festività dedicate ai santi patroni Teodoro e Lorenzo. Sarà questa una delle principali novità legate all’impiego della tecnologia led, che prenderà il posto delle vetuste lampadine. Gli allestimenti sono stati affidati alla ditta “De Cagna” di Maglie, azienda leader nel settore delle luminarie che riscosse grandi consensi in occasione della festa di Santa Domenica (una sorta di festival internazionale della luminarie) svoltasi lo scorso luglio a Scorrano (Lecce), e che aveva già curato le luminarie natalizie allestite a Brindisi nel 2012 .

La “De Cagna” cercherà di proporre qualcosa di diverso rispetto alla solita routine delle feste patronali. La riproduzione (in formato bidimensionale, visto che le risorse a disposizione del Comune di Brindisi non consentivano l’impiego degli effetti in 3D) del monumento simbolo di Londra verrà collocata all’imbocco di una galleria ottagonale costituita da venti archi che illumineranno corso Garibaldi. Sul lungomare Regina Margherita verranno invece installate otto colonne, in omaggio al monumento simbolo di Brindisi: le Colonne romane. La tecnologia led farà la sua comparsa anche in corrispondenza dei due punti d’accesso a via Conserva, e lungo il percorso che dal tosello di San Teodoro porta a piazza Duomo.Gli operai della De Cagna hanno iniziato a montare i pali nel pomeriggio di lunedì.

Le luci verranno accese venerdì, in concomitanza con l’inizio delle celebrazioni civili e religiose. “La tecnologia led – dichiara Giuseppe De Cagna, titolare dell’azienda – garantisce un consistente risparmio economico e un bassissimo impatto ambientale. La nostra azienda allestisce luminarie da 80 anni, ma è la prima volta che veniamo a Brindisi per le feste dei santi patroni”. Degli 83mila ero stanziati al Comune per le feste patronali (ai quali vanno aggiunti 20 mila euro per la copertura delle celebrazioni religiose), circa 20mila sono stati destinati all’allestimento delle luminarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • Coronavirus: muore un ragioniere, Carovigno piange un'altra vittima

Torna su
BrindisiReport è in caricamento