Cantieri pericolosi e abusivismo edilizio: controlli e denunce

A seguito di numerose segnalazioni telefoniche pervenute presso il comando della polizia locale da parte di cittadini residenti nella zona del liceo scientifico “Ferdinando” di Mesagne, i vigili urbani incaricati nella vigilanza edilizia e ambientale, hanno effettuato controlli

MESAGNE - A seguito di numerose segnalazioni telefoniche pervenute presso il comando della polizia locale da parte di cittadini residenti nella zona del liceo scientifico “Ferdinando” di Mesagne, i vigili urbani incaricati nella vigilanza edilizia e ambientale, dopo una serie di indagini hanno individuato un cantiere edile in via Eschilo - autorizzato dal comune di Mesagne dall’anno 2012 per realizzare un complesso immobiliare composto da civili abitazioni, locali commerciali e garage - in uno stato di rischio e pericolo per la pubblica e privata  incolumità.

In particolare la recinzione metallica, disposta a protezione del cantiere, non era idonea ad impedire l’accesso agli estranei in quanto alcune lamiere risultavano essere state divelte, tanto che in uno dei sopralluoghi effettuati è stato notato che alcuni ragazzi erano entrati all’interno abusivamente, ponendo così a rischio la propria incolumità fisica. Alla vista degli agenti si erano poi allontanati, dileguandosi nelle vie limitrofe.

E’ stata redatta una informata inviata al dipartimento di prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro presso l’Asl di Brindisi,  nonché alla procura della Repubblica di Brindisi con denuncia dell’amministratore unico della società proprietaria dell’immobile e del direttore dei lavori.

Un altro cantiere controllato a Mesagne-2Nell’ambito della stessa attività di vigilanza altri cantieri edili sono stati ispezionati dalla polizia locale che ha elevato sanzioni amministrative nei confronti dei proprietari e delle imprese esecutrice dei lavori per violazioni al regolamento di polizia comunale, in quanto non esponevano all’atto del controllo il cartello edilizio di cantiere e non custodivano sul posto di lavoro le autorizzazioni necessarie ai lavori in esecuzione.

In una delle verifiche, successivamente all’accertamento compiuto dagli operatori di polizia locale con i tecnici del  Comune di Mesagne, è stata disposta la sospensione dell’attività di una nota struttura  di ristorazione, in zona residenziale, che sarà revocata solo a seguito della demolizione dei manufatti abusivi, realizzati senza il relativo permesso a costruire e in totale difformità rispetto al certificato di agibilità rilasciato. Il proprietario dell’immobile, A.M. di 35 anni del  posto, è stato denunciato per violazione del testo unico sull’edilizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Tenta rapina in rivendita di pane, il titolare reagisce e lei fugge: denunciata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento