Mesagne ricorda monsignor Armando Franco intitolandogli una piazza

La cerimonia di intitolazione si svolgerà mercoledì 14 dicembre alle 17.00 presso il piazzale che ospita il Santuario di Mater Domini, attualmente parte finale di via Maya Materdona

MESAGNE - Negli scorsi mesi un convegno molto ricco e partecipato ne aveva ricordato a tutti il grande carisma ed il notevole spessore umano: tra pochi giorni monsignor Armando Franco, mesagnese già vescovo di Oria e presidente nazionale della Caritas Italiana, sarà ricordato in modo indelebile dalla sua città con la dedicazione di una piazza. Mercoledì 14 dicembre alle 17.00 una cerimonia pubblica intitolerà al ricordo del celebre concittadino il piazzale che ospita il Santuario di Mater Domini, attualmente parte finale di via Maya Materdona. 

Al solenne momento parteciperanno monsignoe Domenico Caliandro, arcivescovo di Brindisi-Ostuni, il sindaco Pompeo Molfetta ed il presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Semeraro, la Comunità parrocchiale di Mater Domini - fautrice per il tramite del suo parroco don Pietro Depunzio della proposta d’intitolazione - e la Fondazione Opera Beato Bartolo Longo, anima della prima iniziativa di ricordo del presule mesagnese e molto legata – soprattutto per tramite del suo presidente don Franco Galiano - alle vicende umane e pastorali di mons. Franco.

Al momento di intitolazione della piazza seguirà l’inaugurazione del «Centro parrocchiale per la Famiglia» in via Arno, che sarà gestito proprio dalla Fondazione «Longo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

  • Brindisi: al Perrino impiantato nuovo neurostimolatore in paziente affetto da Parkinson

Torna su
BrindisiReport è in caricamento