Malore in una casa di campagna: muore un bracciante agricolo

Si tratta di un cittadino originario del Ghana. Si è sentito male mentre si trovava in casa, in via Apani. E' stato soccorso dal 118 sulla strada provinciale per San Vito dei Normanni

SAN VITO DEI NORMANNI – Un malore gli è stato fatale. Un migrante di 30 anni originario del Ghana, Richard Yeboah, ha perso la vita stamattina (domenica 26 maggio) sulla strada provinciale che collega Brindisi a San Vito dei Normanni, nei pressi dell’ex base Usaf. Vani i tentativi di rianimazione praticati dal personale del 118.

Da quanto appreso l’uomo viveva da tempo in un’abitazione situata sulla via per Apani insieme ad un’altra decina di extracomunitari. Si guadagnava da vivere con il duro lavoro nelle campagne fra Brindisi e San Vito dei Normanni. Nella serata di sabato (25 maggio), Yeboah avrebbe accusato un primo malore mentre si trovava in casa, ma non ha chiesto l’intervento dei sanitari.

Nella tarda mattinata di oggi (domenica 26 maggio), la situazione è improvvisamente peggiorata. L’uomo ha perso i sensi. I suoi coinquilini hanno subito contattato il 118. Individuare quell’immobile nelle campagne fra la strada provinciale e la litoranea nord di Brindisi non sarebbe stato semplice. Per questo gli stessi coinquilini hanno caricato il malcapitato a bordo di un’auto e lo hanno trasportato sulla provinciale, vicino all’ex base Usaf, dove si trova un’altra casa abitata da migranti.

Il 30enne versava in condizioni disperate. Dopo un prolungato massaggio cardiaco, i paramedici non hanno potuto far altro che accertare il decesso. Sul posto, per gli accertamenti del caso, si sono recati i poliziotti della Sezione volanti della questura di Brindisi. La comunità del Ghana si sta interessando alla vicenda. A quanto pare Yeboah aveva un cugino che insieme a lui era emigrato in provincia di Brindisi. Un fratello trasferitosi a Vicenza domani dovrebbe mettersi in viaggio alla volta di Brindisi. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento