Minacce all'ex moglie e al compagno: finisce ai domiciliari

Ordinanza di arresto emessa dal gip del Tribunale di Brindisi per un uomo residente a Cellino San Marco, accusato di stalking ai danni della donna: gli episodi contestati si riferiscono ad agosto e dicembre scorsi

CELLINO SAN MARCO - Minacce e molestie ai danni dell'ex moglie e del nuovo compagno della donna: l'accusa di stalking è stata mossa nei confronti dell'ex marito, finito ai domiciliari in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del Tribunale di Brindisi.

Il provvedimento di arresto è stato eseguito dai carabinieri della Stazione di Cellino San Marco. Gravi indizi di colpevolezza sono costituiti da episodi denunciati nei mesi di agosto e dicembre 2016, quando - stando all'accusa - l'uomo "aveva minacciato e molestato la ex coniuge e il suo attuale compagno, procurando nei confronti delle due persone un grave stato di ansia sfociato nel timore di conseguenze per la loro incolumità personale". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Politica

      “Raccolta differenziata al 60 per cento per ridurre la Tari”

    • Politica

      “In Consiglio mozione di sfiducia alla sindaca”: Luperti raccoglie le firme

    • Cronaca

      L'Arma passa al setaccio il rione Perrino: arresti, perquisizioni e decine di multe

    • Cronaca

      A fuoco auto di commerciante già vittima di aggressione: si indaga

    I più letti della settimana

    • Tragedia del lavoro, muore operaio: aveva 24 anni

    • Studente colto da malore il classe: il professore gli salva la vita

    • Pizzaiolo di Brindisi nell’olimpo degli stellati: è stato assessore provinciale

    • Scu, arrestato latitante: trovato dai carabinieri in una casa di campagna

    • Estorsioni ai giostrai della festa patronale: Comune di Brindisi assente nel processo

    • Stefano Cucchi, inchiesta bis: omicidio preterintenzionale per il carabiniere brindisino

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento