Motociclista ucciso da infarto

TORCHIAROLO – Colto da un infarto mentre era in moto, muore e finisce fuori strada. Fine istantanea per un 42enne di Torchiarolo intorno a mezzogiorno di oggi, lungo la marina di Casalabate. Erano circa le 12.30 quando Massimo Cacudi, idraulico di professione, di Torchiarolo, mentre si trovava in sella alla sua enduro.

Un'ambulanza del 118

TORCHIAROLO – Colto da un infarto mentre era in moto, muore e finisce fuori strada. Fine istantanea per un 42enne di Torchiarolo intorno a mezzogiorno di oggi, lungo la marina di Casalabate. Erano circa le 12.30 quando Massimo Cacudi, idraulico di professione, di Torchiarolo, mentre si trovava in sella alla sua enduro.

Cacudi stava percorrendo alcune delle vie periferiche di Casalabate, marina di Squinzano, quando è stato colto da un infarto che non gli ha lasciato scampo. L’improvviso malore ha fatto perdere il controllo della moto all'idraulico, che è finito fuori strada rovinenda sul terreno.

Immediato il soccorso dei primi testimoni della vicenda – anche perchè la località è particolarmente frequentata di domenica per via del mercato -, ma sin da subito si è capito che non c’era molto da fare. Sul posto i carabinieri e il personale del 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso del 42enne.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

  • Posti in spiaggia "prenotati": la Capitaneria sequestra tutto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento