Occupazioni abusive di immobili: vigili urbani in via Sele

Controllato l'edificio che in passato ha ospitato la scuola del rione Perrino, ora diventato rifugio per 13 brindisini rimasti senza casa dopo sfratti esecutivi

BRINDISI – I vigili urbani di Brindisi sono arrivati in via Sele per controllare l’immobile che ha ospitato la scuola elementare del rione Paradiso e che di recente è stato occupato da famiglie rimaste senza tetto. La vecchia scuola nell’inverno del 2013 ospitò i migranti sgomberati dal dormitorio di via provinciale per San Vito, mentre negli ultimi mesi è il rifugio di 13 brindisini costretti a fare i conti con sfratti diventati esecutivi per morosità.

L’operazione è stata disposta dal comandante Teodoro Nigro nell’ambito dei controlli per la lotta al fenomeno dell’occupazione abusiva di appartamenti e immobili di proprietà dell’Amministrazione comunale di Brindisi. Sono stati impegnati 15 poliziotti municipali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un'operazione analoga, condotta sempre dai vigili urbani, è stata condotta il 23 marzo scorso: in quella occasione furono trovati 21 brindisini, cinque dei quali minorenni. Le posizioni furono segnalate alla Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Coronavirus, nell'ospedale Melli cinque operatori sanitari e un paziente positivi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Appropriazione indebita: 31 auto sequestrate dalla polizia a Brindisi

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

Torna su
BrindisiReport è in caricamento