Oltre 5 ore di ritardo per un volo Ryanair: passeggeri inferociti, interviene la polizia

Oltre cinque ore di ritardo per il volo Ryanair Fr8886 in partenza da Brindisi oggi, domenica 20 gennaio e diretto a Bergamo

BRINDISI – Oltre cinque ore di ritardo per il volo Ryanair Fr8886 in partenza da Brindisi oggi, domenica 20 gennaio, e diretto a Bergamo. L’orario di partenza era previsto per le 6.30 ma al momento in cui scriviamo (11.46) l’aeromobile è ancora fermo sulla pista. Un “guasto tecnico” sarebbe la causa del ritardo, da quanto comunicato dalla compagnia si attende l’arrivo di un ingegnere che però, sarebbe impegnato su un altro velivolo.

Non si contano i disagi per i circa 200 passeggeri che all’alba di oggi hanno raggiunto l’aeroporto del Salento e che a quest’ora sarebbero già dovuti essere in viaggio verso le loro mete. Invece sono bloccati a Brindisi. Treni, pullman e coincidenze perse. Quattro ore nell'aeroporto e da un’ora fermi all’interno dell’aereo in attesa che il comandante annunci la partenza. Gli animi si sono scaldati così tanto che si è reso necessario l’intervento della polizia. 

L'aereo è giunto a destinazione poco dopo le 13, doveva arrivare a Bergamo alle 8.10. ma un lettore ci segnala anche un ritardo ancora più grave del volo, sempre della compagnia low cost irlandese, da Brindisi per Torino - ufficialmente per problemi tecnici - con partenza spostata dalle 10,40 sempre di domenica alle 17,10. Insomma. una giornata decisamente negativa per molti passeggeri dell'Aeroporto del Salento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento