homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Flash/ Smart, altri tre arresti

BRINDISI - Altri tre soggetti, destinatari del provvedimento di custodia cautelare in carcere richiesto dal pm Valeria Farina Valaori, sono stati catturati dalla Squadra mobile di Brindisi nelle ultime ore perchè ritenuti coinvolti nell'estorsione continauta ai danni di un altro soggetto già noto alla giustizia, Francesco Sammarco. Il 12 luglio, nell'ambito dell'indagine denominata Smart dal modello di auto di cui il gruppo si era impossessato utilizzando minacce gravi nei confronti di Sammarco e della sua fidanzata Vanessa, erano stati arrestati il capo della banda, Alessandro Polito, ed il suo emissario e braccio destro Davide Fontò.

Squadra mobile Brindisi

BRINDISI - Altri tre soggetti, destinatari del provvedimento di custodia cautelare in carcere richiesto dal pm Valeria Farina Valaori, sono stati catturati dalla sezione antiracket della Squadra mobile di Brindisi nelle ultime ore perchè ritenuti coinvolti nell'estorsione continauta ai danni di un altro soggetto già noto alla giustizia, Francesco Sammarco. Il 12 luglio, nell'ambito dell'indagine denominata Smart dal modello di auto di cui il gruppo si era impossessato utilizzando minacce gravi nei confronti di Sammarco e della sua fidanzata Vanessa, erano stati arrestati il capo della banda, Alessandro Polito, ed il suo emissario e braccio destro Davide Fontò.

I provvedimenti restrittivi odierni riguardano invece Gianluca Polito di 38 anni, Antonio Lioce di 31 anni e Antonietta Altavilla di 36 anni. In particolare, Gianluca Polito è ritenuto responsabile, in concorso con altri, anche della selvaggia aggressione subita dalla vittima nel maggio scorso nei pressi di un distributore di carburante tra Brindisi e S.Pietro Vernotico, quando Sammarco per sottrarsi al grave pericolo fu costretto a chiedere l'intervento della polizia.

Al momento manca all'appello degli agenti dell'ispettore Giancarlo Di Nunno solo uno dei responsabili della vicenda sottrattosi al provvedimento nel corso della prima tranche dell'operazione ed attualmente attivamente ricercato. Si tratta di Danilo Scapecchi, che al momento dell'operazione del 12 luglio si trovava in vacanza in Grecia.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      “Curriculum e certificato penale di assessori e staff ufficioso della sindaca”

    • Cronaca

      Musica e schiamazzi nel centro di Brindisi, condannato titolare di un locale

    • Cronaca

      Spiagge e strade sporche, “multata” Ecologica

    • Cronaca

      Tra "i luoghi del cuore" del Fai, il tempietto di San Miserino nei primi posti in classifica

    I più letti della settimana

    • Scontro sulla circonvallazione, coinvolta una famiglia: gravi mamma e figlio

    • Nuota per recuperare un pallone e viene colto da malore

    • Rapina Ipercoop, uno degli indagati liberato e arrestato di nuovo

    • Omicidio Tedesco, condanna all’ergastolo per i tre imputati

    • “Mamma, comando io: voglio i soldi da tuo nipote, altrimenti lo denuncio”

    • Sbarre alzate e luce spenta durante il passaggio del treno: tragedia sfiorata

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento