Ordigno bellico nel porto: autorizzata parziale fruizione del lungomare

Il commissario Santi Giuffré firma un'ordinanza che consente l’accesso per 10 metri dal fronte dei fabbricati

BRINDISI - Tramite una ordinanza del commissario Santi Giuffré emessa nella mattinata di oggi , il Comune di Brindisi ha autorizzato la parziale fruizione di viale Regina Margherita, già interdetto al transito nella giornata di ieri, nel tratto compreso fra via Dogana e via Montenegro. Il provvedimento consente l’accesso per 10 metri dal fronte dei fabbricati.

Come è noto, l’area era stata interdetta a seguito del rinvenimento, nello specchio acqueo antistante la banchina centrale del porto di Brindisi, di un presunto ordigno e di alcuni proiettili bellici. Gli operati della ditta Multiservizi sono intervenuti stamani per transitare l'area in cui è consentito il transito pedonale. Gli agenti della polizia locale e della polizia di Stato presidiano i due accessi alla zona interdetta. 

“Dopo la dovuta cautela iniziale – si legge in una nota dell’amministrazione comunale - una considerazione ponderata delle esigenze della sicurezza e di quelle delle abitazioni, alberghiere, commerciali e turistiche, ha determinato il nuovo provvedimento che sostiene un uso, seppur contenuto, dell’area stessa”.

Potrebbe interessarti

  • Dopo Ferragosto, in forma con la dieta detox

  • Smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio al tabacco

  • Potassio, usi e benefici: perché assumerlo e gli alimenti che lo contengono

  • Topi, sporcizia e inciviltà: il parco del Cillarese sprofonda nel degrado

I più letti della settimana

  • Parcheggiatore stroncato da infarto nella movida delle discoteche

  • Si apparta con la moglie di un detenuto: mamma e figli lo pestano

  • "Hanno aiutato il nostro bimbo, aiutateci a rintracciarli e ringraziarli"

  • Tragedia in spiaggia: anziano perde la vita mentre fa il bagno

  • Tamponamento sulla superstrada finisce con denuncia per rissa

  • Scontro sulla litoranea: mamma e due bambini in ospedale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento