Ordine degli avvocati in lutto per la prematura scomparsa di Pomarico

Aveva 55 anni: era originario di Oria, giudice onorario al Tribunale di Taranto

L'avvocato Giovanni Pomarico

ORIA – In lutto gli avvocati dell’Ordine di Brindisi: Giovanni Pomarico, dapprima avvocato, poi giudice onorario presso il Tribunale di Taranto ed ex assessore comunale di Oria, è morto nella giornata di domenica a distanza di pochi giorni dal malore avvertito prima di andare al lavoro. Aveva 55 anni.

I funerali

Pomarico lascia la moglie Stella e due figli, Stefano e Federico. I funerali si svolgeranno oggi pomeriggio, lunedì 16 luglio 2018, alle 16,30 nella cattedrale di Oria, dove era nato e cresciuto sino a diventarne uno dei protagonisti.

La notizia della prematura scomparsa del professionista è arrivata ieri e ha lasciato increduli i colleghi che ogni giorno lo incontravano tra Brindisi, Oria e Taranto.

Le passioni

Volto conosciuto e apprezzato non solo nel mondo forense, Pomarico si era impegnato in politica nella sua città, candidandosi come consigliere comunale per arrivare a essere eletto e lavorare in Assise. E’ stato anche assessore.

In lacrime la Pro Loco di Oria, realtà della quale in passato era stato anche presidente, puntando in particolare alla promozione del Torneo dei rioni, diventato appuntamento tradizionale non solo nella provincia. Gli amici di sempre lo ricordano anche impegnato in radio, passione che lo portò a diventare editore dell’emittente locale chiamata Radio Oria, diventata in seguito Radio Punto Sud.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento