La pedinava anche dopo il divieto di avvicinamento: arrestato

In carcere un 28enne di Ostuni: all'inizio del mese era stato sottoposto alla misura coercitiva. Il pm: "Soggetto pericoloso"

OSTUNI - "Pericoloso per la donna che lo ha denunciato dopo la fine della relazione". Pericoloso perché ha continuato a pedinare la sua ex, violando il divieto di avvicinamento che gli era stato imposto all'inizio del mese: per questo un 29enne di Ostuni è finito in carcere.

L'accusa

L'indagato è accusato di stalking. E' stato arrestato in flagranza di reato, venerdì scorso, quando gli agenti del commissariato della Città Bianca, lo hanno fermato sotto casa della sorella della ex compagna: l'informativa di reato è stata trasmessa al pubblico ministero di turno in Procura, il quale ha disposto l'accompagnamento in carcere evidenziando l'estrema pericolosità dell'uomo.

L'arresto

Il 29enne "perseverava nei pedinamenti, appostamenti sotto casa e sul posto di lavoro, inviava numerosi messaggi whatsapp e telefonate anche in anonimo e di notte. Tale vessazione per la vittima sino nella giornata di venerdì quando, giunta presso la casa della sorella, la donna si accorgeva del suo stalker e riusciva a chiedere l’intervento della Volante".

Potrebbe interessarti

  • Stp: rinnovate tutte le corse per le marine della provincia

  • Anguria, antiossidante: proprietà, benefici e controindicazioni

  • Farmaci generici e farmaci di marca: sono uguali?

  • Come organizzare una cena a buffet a casa

I più letti della settimana

  • Tir si ribalta, poi tamponamento a catena: doppio incidente sulla statale

  • Frattura il naso e lo zigomo alla fidanzata, soccorsa da automobilista

  • Chiuso sulla costa ristorante avviato senza autorizzazione comunale

  • Brindisi Multiservizi: ecco la graduatoria degli idonei all'assunzione

  • Tamponamento sulla superstrada: tre feriti, anche una bambina. Auto distrutte

  • Arriva l'ondata di caldo: ci salverà in parte il maestrale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento