La pedinava anche dopo il divieto di avvicinamento: arrestato

In carcere un 28enne di Ostuni: all'inizio del mese era stato sottoposto alla misura coercitiva. Il pm: "Soggetto pericoloso"

OSTUNI - "Pericoloso per la donna che lo ha denunciato dopo la fine della relazione". Pericoloso perché ha continuato a pedinare la sua ex, violando il divieto di avvicinamento che gli era stato imposto all'inizio del mese: per questo un 29enne di Ostuni è finito in carcere.

L'accusa

L'indagato è accusato di stalking. E' stato arrestato in flagranza di reato, venerdì scorso, quando gli agenti del commissariato della Città Bianca, lo hanno fermato sotto casa della sorella della ex compagna: l'informativa di reato è stata trasmessa al pubblico ministero di turno in Procura, il quale ha disposto l'accompagnamento in carcere evidenziando l'estrema pericolosità dell'uomo.

L'arresto

Il 29enne "perseverava nei pedinamenti, appostamenti sotto casa e sul posto di lavoro, inviava numerosi messaggi whatsapp e telefonate anche in anonimo e di notte. Tale vessazione per la vittima sino nella giornata di venerdì quando, giunta presso la casa della sorella, la donna si accorgeva del suo stalker e riusciva a chiedere l’intervento della Volante".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento