Maltrattamenti alla compagna davanti alla figlia, divieto di avvicinamento

Indagato un ostunese: dovrà mantenere una distanza di almeno 300 metri dalla donna

OSTUNI - Maltrattamenti alla compagna, anche davanti alla figlia minorenne: l'accusa è stata mossa nei confronti di un uomo residente a Ostuni, con divieto di avvicinamento alla donna. Dovrà mantenere una distanza di almeno 300 metri, stando a quanto disposto dal giudice per le indabgini preliminari del Tribunale di Brindisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti del commissariato della Città Bianca. La violazione del divieto determinerà l’applicazione di più gravi misure restrittive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spaventoso scontro fra due auto in Emilia: grave un giovane brindisino

  • "Impossibile garantire distanziamento sociale", Carrisiland rinuncia alla stagione 2020

  • Scontro fra due auto sulla provinciale: feriti un uomo e una donna

  • Quattro nuovi casi in Puglia, uno in provincia di Brindisi

  • Positivi al Melli: Rizzo chiede conto alla Asl e nel frattempo chiude attività e spiaggia libera

  • Coronavirus, solo un caso in Puglia. Due morti nel Brindisino

Torna su
BrindisiReport è in caricamento