Piano Triennale di edilizia scolastica: redatta la graduatoria

“Validate e ritenute formalmente ammissibili” tutte e 651 domande presentate dai vari Enti pugliesi, "che rappresentano il fabbisogno complessivo in materia di edilizia scolastica in Puglia"

BRINDISI - Approvato dalla Regione Puglia (Dipartimento sviluppo economico, innovazione, istruzione, formazione e lavoro) il nuovo Piano triennale per l’edilizia scolastica 2018-2020: “validate e ritenute formalmente ammissibili” tutte e 651 domande presentate dai vari Enti pugliesi, "che rappresentano il fabbisogno complessivo in materia di edilizia scolastica in Puglia". Ad ogni istanza è stata assegnato un punteggio (il massimo è 108) necessario per la formazione della graduatoria generale. Per il Brindisino sono 12 i Comuni (anche l’ente Provincia) che hanno presentato i progetti.

Le scuole del Brindisino in graduatoria 

La scuola primaria Mons Francesco Passante di San Vito dei Normanni (76 punti),  una scuola di Cisternino (72 punti), la scuola dell’infanzia San Francesco d’Assisi di Francavilla Fontana (69,6 punti), la scuola dell'Infanzia De Amicis, la scuola dell'Infanzia via San Lorenzo e la Primaria via Vittorio Veneto sempre di Francavilla Fontana (68,5 punti), le scuole dell’Infanzia e Primaria Ruggero De Simone di San Pietro Vernotico (68 punti), le scuole dell’infanzia e primaria De Gasperi di San Pietro Vernotico (68 punti, foto in basso), La scuola media Don Minzoni di San Pietro Vernotico (67 punti). 

scuola de simone san pietro-2

Poi ancora: la scuola dell’infanzia Collodi di Torre Santa Susanna (66 punti), la scuola Croce Monasterio di Latiano (65,5 punti), la scuola dell’Infanzia Via Baracca di Latiano (64,5 punti), la scuola dell’infanzia via Trento di Latiano (64,5 punti), la scuola primaria Errico di Latiano (64.5 punti), la scuola dell’infanzia Padre Pio di Torre Santa Susanna (64 punti), la primaria Bartolo Longo di Latiano (63,5 punti), la scuola dell’Infanzia Via Dalmazia e quella Via Trieste di Latiano (62,5 punti), la primaria Bartolo Longo di Latiano (62,5 punti), la primaria Bartolo Longo di Latiano (61,5 punti). 

graduatoria edilizia scolastica-2

La scuola primaria Via Roma di Cisternino (60 punti), la scuola primaria Collodi di Fasano (26 punti), la scola dell’Infanzia Via Umberto I di San Donaci (26 punti), la scuole dell’Infanzia e primaria  di Cellino San Marco (25 punti), la scuola Morelli di Carovigno (22 punti), la Buonsanto di San Vito dei Normanni (21 punti), le Primaria De Amicis di Ceglie Messapica (21 punti), la Giovanni Pascoli di Ceglie Messapica (21 punti), le scuole dell’Infanzia Piazza Repubblica e Via Cappuccini e la Primaria Via Giovanni Bosco sempre di Ceglie (21 punti), la Primaria Giovanni XIII di Ceglie (20 punti).

Le scuole dell’infanzia via Matera, via Salerno e Collodi, più la Leonardo Da Vinci di Ceglie (19 punti), la scuola dell’Infanzia Fatelli Grimm di Ceglie (18 punti), l’istituto superiore Fermi-Monticelli di Brindisi (16 punti), la scuola dell’Infanzia Via P.Longobardi di Brindisi (11 punti). Le scuole dell’infanzia Via Ofanto, Montessori, Sant’Antonio Casale, Via Dei Salici, F.Aporti, Sorelle Agazzi e Santa Rita di Brindisi (tutte 10 punti), l’Ipsia di Ceglie Messapica (6 punti).

Gli interventi finanziabili 

Ogni punteggio è stato assegnato anche in relazione alla tipologia di intervento. Come si legge sul sito internet della Regione Puglia, dove erano indicati tutti gli “step” per poter accedere ai finanziamenti, infatti, “Il piano regionale triennale di edilizia scolastica 2018/2020 è finalizzato al finanziamento di interventi straordinari di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico di immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica statale, nonchè la costruzione di nuovi edifici scolastici pubblici e la realizzazione di palestre scolastiche nelle scuole o di interventi volti al miglioramento delle palestre scolastiche esistenti”. Al momento la Regione ha messo a disposizione circa 200 milioni di euro derivanti da trasferimenti statali e dai fondi Por Puglia 2014/2020, ma la dotazione finanziaria è destinata ad essere ulteriormente incrementata nei prossimi mesi.

Il commento dell'assessore Leo

“Nel mese di aprile abbiamo pubblicato l’Avviso Pubblico per l’acquisizione e la selezione delle proposte progettuali per la formazione della graduatoria. È stato possibile presentare le domande di partecipazione entro il 3 luglio ultimo scorso. Tra aprile e luglio – commenta l’assessore all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro della Regione Puglia Sebastiano Leo – abbiamo dato vita ad una serie di incontri con l’Anci, con i sindaci e con le strutture tecniche dei Comuni pugliesi per favorire la più ampia e corretta partecipazione al bando. Sono pertanto pervenute 651 istanze che sono state valutate, in appena un mese di tempo, dagli uffici competenti per arrivare oggi alla pubblicazione della graduatoria. Un plauso va certamente alla Sezione Istruzione e Università, diretta dall’architetto Lamacchia, per la celerità e la qualità del lavoro svolto: con il Piano Triennale – conclude Leo – abbiamo praticamente censito il fabbisogno strutturale della scuola pugliese che finanzieremo secondo i criteri prestabiliti, in ordine di graduatoria e secondo le risorse man mano disponibili”.

Allegati

Potrebbe interessarti

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Fai da te, barbecue in muratura: come realizzarlo

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Trovato alla guida di un trattore rubato del valore di 50mila euro: arrestato

  • Omicidio Maldarella, fermati anche il padre e la madre dell'arrestato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento