Polizia ferroviaria, il bilancio dei primi due mesi estivi in Puglia

I risultati dei servizi condotti sui treni, nelle stazioni e lungo le linee dal Compartimento Polfer di Puglia, Basilicata e Molise

Il Compartimento della Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise,  in riferimento al bimestre giugno- luglio ed in concomitanza con i massicci afflussi di viaggiatori per l’esodo estivo, ha intensificato le attività di prevenzione e repressione di fenomeni illegali nelle zone sensibili degli scali ferroviari ed  a bordo dei treni,  avvalendosi per i controlli anche dell’ausilio  di unità cinofile antidroga ed anti-esplosivo della Polizia di Stato. Dal 1 giugno al 31 luglio 2019, sono state controllate e identificate 32.528 persone ritenute sospette, di cui 5.400 stranieri, dei quali 7 rintracciati in posizione irregolare sul territorio nazionale.

Dieci persone sono state tratte in arresto, di cui quattro per reati in materia di stupefacenti; sequestrati più di 160 grammi di sostanza stupefacente del tipo cannabinoidi; 27 le persone denunciate a piede libero per vari reati vari; 37 le sanzioni amministrative elevate e 406 i veicoli controllati. Sono stati, inoltre, effettuati 1.423 servizi di vigilanza nell’ambito degli scali ferroviari viaggiatori e merci, 336 pattuglie impiegate a bordo treno, mentre 77 sono stati i servizi specifici di antiborseggio nelle stazioni e 19 i pattuglioni straordinari. Su 605 treni viaggiatori del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna-notturna delle tratte Lecce-Bologna e Bologna-Lecce è stata assicurata la presenza di pattuglie della Polizia Ferroviaria.

Inoltre 97 sono stati i servizi di pattugliamento lungo le linee ferroviarie per il contrasto dei furti di cavi di rame in esercizio, in danno delle Imprese ferroviarie. Effettuati in particolare quattro servizi mirati, e relative scorte sui treni particolarmente affollati da bagnanti, soprattutto giovanissimi, con riguardo alla tratta Foggia-Termoli (stazioni di S. Severo, Campomarino, Termoli), in relazione alla quale erano stati segnalati attraversamento binari. Emessa, dalla sezione di Taranto, una intimazione allontanamento ex articolo 10 del decreto 14/2017 (parcheggiatore abusivo)

Sono state rintracciate otto persone di cui tre minori, e in relazione a ciò sono significative sono due storie. Nella stazione di Bari è stato soccorsa una persona ipovedente e parzialmente sorda, trovata  in stato confusionale a bordo di un treno. L’uomo, dopo le cure del caso, veniva riaffidato ai familiari ed attivata la procedura di competenza del giudice tutelare. A Taranto veniva rintracciato un anziano, sommariamente vestito, privo di documenti e disorientato;  al riguardo, di seguito a ricerche, anche con l’ausilio degli organi di informazione, se ne rintracciavano i familiari. Proprio in riferimento a queste persone in situazione critica, che non di rado si riversano nelle stazioni, il compartimento Polfer di Puglia basilicata e Molise ha ideato il progetto “Sos disagio”, selezionato come buona prassi nazionale dal Ministero dell’Interno.

L’attività della Polizia Ferroviaria, quindi in questo periodo, è stata improntata anche all’assistenza di persone in difficoltà, deboli, senza fissa dimora, che gravitano in ambito ferroviario, nonché verso i tanti viaggiatori, italiani e stranieri, che si sono rivolti agli agenti per richieste di aiuto in relazione allo smarrimento di bagagli, documenti, telefoni cellulari, eccetera, nello spirito di attenta vicinanza al cittadino e di polizia di prossimità.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

  • Bomba, per l'evacuazione 300 brandine nelle scuole. Previsti colazione e pranzo

  • Estate in Sicilia dall'Aeroporto del Salento con voli settimanali

  • Minaccia collega per un pagamento: denunciato imprenditore

Torna su
BrindisiReport è in caricamento