Preoccupazione di Confesercenti dopo l'assalto alla gioielleria

La sezione di Ostuni dell'associazione ha emesso un comunicato dopo i fatti di sabato in viale Pola

OSTUNI – La Confesercenti di Ostuni esprime solidarietà ai titolari del negozio preso di mira, apprezzamento per il lavoro delle forze dell’ordine, ma nel contempo forte preoccupazione dopo l’episodio del tentativo di spaccata contro una gioielleria di viale Pola, da parte dei tre banditi che successivamente hanno assaltato un distributore sulla 379 alle porte di Brindisi, e un altro al quartiere S. Elia del capoluogo, dove però sono stati messi in fuga dalla vittima.

“Molto grave quanto accaduto alla gioielleria Zurlo di viale Pola ed  in pieno giorno. Preoccupa molto la sfacciataggine dei malfattori. Preoccupa perché quest'ultimo episodio criminale fa seguito, all'aggressione avvenuta venerdì 12 gennaio 2018 ai danni di una parrucchiera che dopo aver chiuso il  suo salone venne scippata da un malvivente, che probabilmente la  seguiva già da qualche giorno, facendola cadere rovinosamente sull'asfalto procurandole una frattura dell'omero sinistro”, si legge in un comunicato dell’associazione di categoria.

“Episodio criminale al quale dopo qualche giorno, venerdì 19 gennaio 2018, seguì la rapina ai danni della farmacia Aurora, sempre su Viale Pola e guarda caso proprio di fronte alla gioielleria Zurlo. Episodi allarmanti che da un lato abbassano notevolmente la soglia di percezione della sicurezza e dall’altro fanno lievitare in modo considerevole la preoccupazione tra i commercianti”, dice Confesercenti Ostuni.

“É con rammarico che ci accingiamo a commentare questo nuovo increscioso fatto.  L’ennesimo purtroppo, dal quale emerge ancora una volta come il commercio rappresenti ad oggi il settore più esposto ad episodi la cui recrudescenza va via via aumentando. Riconosciamo lo sforzo profuso, in tema di prevenzione, da parte delle forze dell’ordine alle quali non possiamo che manifestare il nostro sostegno. Ma ribadiamo che fatti del genere oltre allo scalpore destano parecchia inquietudine. La sicurezza di cittadini ed imprese è da tutelare e garantire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Lite in un locale: un uomo ferito al collo con un bicchiere rotto

  • Inseguimento si conclude con arresto, denunce e ritrovamento di auto rubata

Torna su
BrindisiReport è in caricamento