Priorità bizzarre e caos: luminarie in anticipo, asfalto fresco in ritardo

OSTUNI - Le luminarie montate un mese prima, la bitumazione stradale lungo la circonvallazione cittadina eseguita con un mese di ritardo. Sulle priorità spunta qualche difetto di equilibratura. E a pagarne le conseguenze sono soprattutto gli automobilisti, in coda in centro e lungo la via per il mare. Difetti veniali ma fastidiosi di un’estate 2010 scoppiata ufficialmente, dopo un luglio archiviato senza infamia e senza lode.

Traffico e lavori lungo via Carovigno

OSTUNI - Le luminarie montate un mese prima, la bitumazione stradale lungo la circonvallazione cittadina eseguita con un mese di ritardo. Sulle priorità spunta qualche difetto di equilibratura. E a pagarne le conseguenze sono soprattutto gli automobilisti, in coda in centro e lungo la via per il mare. Difetti veniali ma fastidiosi di un’estate 2010 scoppiata ufficialmente, dopo un luglio archiviato senza infamia e senza lode.

I disagi appunto. E le sorprese: operai già all’opera da ieri per il montaggio delle luminarie lungo Corso Mazzini e in Piazza della Libertà: “L’impresa – spiegano da Palazzo San Francesco - ha chiesto di accelerare i tempi, per evitare la concomitanza con altri interventi dalla stessa presi in appalto. Si tratta di lavori anticipati di una settimana rispetto al calendario tradizionale”. Bloccare la piazza il 5 agosto (ossia nella settimana turisticamente più rilevante) piuttosto che il 18 o 19 agosto non è proprio la stessa cosa. Ma tant’è.

Traffico intenso e disagi anche lungo la via del mare. E code alle porte della città. Da un paio di giorni attorno alla rotonda di periferia che abbraccia le provinciali Ostuni-Torre Pozzelle e Ostuni-Carovigno la viabilità è critica: da bollino rosso, per sintetizzare. Al via, infatti, i lavori di rifacimento del manto stradale nel tratto che collega la Zona artigianale alla Città bianca. A seguire bitume fresco anche lungo la via di accesso alla Stazione ferroviaria (altro tappetino ormai usurato da tempo) e lungo la Panoramica (riqualificazione, quest’ultima, comunque slittata a settembre).

Interventi attesi da mesi e che giungono nel pieno della stagione estiva, coincidendo con l’arrivo del più significativo flusso turistico della stagione 2010. La gestione dei cantieri si sperava potesse rispondere alle esigenze della circolazione. Strisce pedonali a parte, è fallito invece sul nascere il tentativo di programmare al tramonto le opere in cantiere: “L’Ufficio tecnico non sarebbe in grado di vigilare sui lavori e sulla sicurezza del cantiere”, la giustificazione.  Sotto la luna solo le zebre, dunque.

Per il grosso dei lavori di manutenzione straordinaria che interesseranno alcune importanti vie cittadine, non c’è soluzione alternativa che metta d’accordo imprese appaltatrici e Comune. Pazienza. E sotto il solleone sono dolori. Nei programmi della pubblica amministrazione locale c’è la sistemazione delle strade, caratterizzate dalla presenza di buche, fossi, solchi e rotture del manto d’asfalto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Dramma a Savelletri: cadavere di un uomo ritrovato sugli scogli

  • Brindisi: tentatato suicidio in carcere. Detenuto salvato da un agente

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento