Passeggeri e turisti per l'Albania slalom tra Tir e cantieri in banchina

L’autonomia del porto di Brindisi? Chi sostiene questa tesi dovrebbe fare i conti anche con il problema, da sempre irrisolto, dei passeggeri per le linee con l’Albania. A partire dal nuovo sindaco, visto che è in gioco l’immagine della città

BRINDISI – L’autonomia del porto di Brindisi? Chi sostiene questa tesi dovrebbe fare i conti anche con il problema, da sempre irrisolto, dei passeggeri per le linee con l’Albania. A partire dal nuovo sindaco, visto che è in gioco l’immagine della città. I lavori avviati recentemente a Punta delle Terrare, sembra per l’adeguamento delle strutture di security, hanno reso impraticabile l’area di pre-imbarco per il traffico extra-Schengen, con la conseguenza che i viaggiatori sono costretti ad utilizzare lo stesso percorso di auto e camion. Con rischi già evidenziati da chi di dovere alla stessa Autorità Portuale.

Lavori che coincidono inoltre proprio con le settimane di punta del traffico passeggeri, quindi il disagio è evidente, come era già stato previsto e anticipato in una riunione tecnica di qualche tempo fa. Ma soluzioni non ne sono arrivate. Giustamente la Polizia di Frontiera sta facendo in modo da evitare l’uso del pre-imbarco proprio a tutela dell’incolumità dei passeggeri, data la presenza di scavi, ma a centinaia coloro che devono imbarcarsi a piedi si ammassano dietro la sbarra che li separa dall’area di accesso alla nave, mentre sbarcano i Tir e le auto in arrivo.

passeggeri albania-2

L’agente marittimo interessato aveva segnalato per tempo la situazione sia in occasione dell’incontro, sia con lettere ai servizi competenti dell’Autorità Portuale, proponendo una soluzione alternativa: consentire ai passeggeri a piedi di transitare dal varco del terminal che invece si trova in area Schengen, con opportuni accorgimenti come lo spostamento a quel varco di personale di controllo della Polmare, facendo così in modo che il flusso dei viaggiatori che salgono a bordo a piedi non si incroci con quello dei veicoli che scendono.

Da tenere presente che tutto ciò avviene di sera, a volte di notte, e quindi il rischio è ancora più alto. “La nostra disponibilità a favorire una soluzione di emergenza c’è – ci dice il vicequestore Mario Marcone, dirigente della Polizia di Frontiera di Brindisi – ma naturalmente nell’ambito di un percorso condiviso con l’Autorità Portuale, che deve individuare gli accorgimenti tecnici necessari”. Serve infatti, per creare questo percorso alternativo, una nuova delimitazione dell’area extra-Schengen, con strutture di supporto come l’illuminazione del percorso stesso: “Infatti se da un lato dobbiamo favorire il flusso dei passeggeri, dall’altro dobbiamo anche impedire che elementi pericolosi riescano ad aggirare i controlli”.

passeggeri albania 3-2

Vedremo se l’Autorità Portuale farà in modo da mettere in campo rapidamente una soluzione. Intanto va sottolineato che a Brindisi i viaggiatori da e per l’Albania, tra i quali ormai da tempo anche non pochi turisti italiani, continuano ad essere penalizzati: non hanno una struttura di sosta dedicata all’interno del porto, devono affrontare situazioni come quella descritta, non esiste un percorso di imbarco dedicato ai passeggeri dell’Unione europea diretti a Valona o Durazzo, e non si sa se le nuove strutture di security siano state progettate tenendo conto di questo problema che non fa certo buona propaganda al porto di Brindisi, o se invece lo abbia ignorato totalmente, come è avvenuto in tutti questi anni. Nessuno ci ruba i passeggeri e le navi: siamo noi a fare questi regali ad altri porti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi, ospedale Perrino: turista lombardo positivo al Covid-19

  • Furgone si ribalta sull'autostrada: brindisino muore in Veneto

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • “Ego”: Jasmine Carrisi debutta come cantante

  • Spari contro il balcone di un'abitazione: feriti marito e moglie

  • Giovane malmenata in strada: carabiniere fuori servizio blocca fidanzato violento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento