Prodotti ittici, sequestrati 44mila chili

BARI - Capitanerie di Porto pugliesi impegnate in una vasta operazione contro le violazioni delle norme che regolano il mercato dei prodotti ittici. Quarantaquattro tonnellate di prodotti ittici in pessimo stato di conservazione sono stati sequestrati nel corso della vasta operazione, coordinata dalla Direzione marittima di Bari anche per reprimere il fenomeno della pesca abusiva e illegale.

Eseguiti numerosi sequestri

BARI - Capitanerie di Porto pugliesi impegnate in una vasta operazione contro le violazioni delle norme che regolano il mercato dei prodotti ittici. Quarantaquattro tonnellate di prodotti ittici in pessimo stato di conservazione sono stati sequestrati nel corso della vasta operazione, coordinata dalla Direzione marittima di Bari anche per reprimere il fenomeno della pesca abusiva e illegale.

Circa 400 i controlli eseguiti, negli ultimi giorni, su pescherecci, punti di sbarco e di ristoro, presso grossisti, mercati ittici e centri di grande distribuzione. Ventisette persone sono state denunciate e multate per complessivi 60 mila euro. Il bilancio più dettagliato sarà fornito dalle Capitanerie area di competenza per area di competenza.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Conflitto a fuoco fra benzinaio e malvivente: esplosi almeno sei colpi

    • Cronaca

      Via del mare, dialogo tra Comune e Authority: possibile accordo sul cristallo

    • Cronaca

      Donna muore in ospedale dopo intervento chirurgico: presentata denuncia

    • Cronaca

      Falsi invalidi e ossigeno facile: sentenza d’appello per 19 imputati

    I più letti della settimana

    • Giovane padre di famiglia muore all'improvviso: autorizzato l'espianto degli organi

    • Malore per Al Bano: prime cure a Bari, poi il ricovero al "Fazzi" di Lecce

    • Nuova rapina in città: bandito armato di pistola irrompe nel supermercato

    • Le sbarre si abbassano all'improvviso: "Mi sono salvata per un pelo"

    • Agguato di mala nel Tarantino: un brindisino fra i presunti killer

    • Omicidi e armi, libero il pentito Bullone: chiede la riduzione della pena

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento