Varato dal Comune il bando per la riqualificazione della frazione di Tuturano

Un milione di euro per il restauro della Torre di Sant’Anastasio e di piazza Regina Margherita. Prevista anche la realizzazione di una bretella di collegamento con la strada provinciale 81

BRINDISI – Dopo i proclami della maggioranza di centrosinistra e le contestazioni su presunti ritardi firmate dall’opposizione di centrodestra, da palazzo di città è stato sfornato il bando per la rigenerazione della frazione di Tuturano: un milione di euro per il restauro della Torre di Sant’Anastasio, per la riqualificazione di piazza Regina Margherita e per la realizzazione di una bretella di collegamento con la strada provinciale numero 81.

I fondi disponibili, impegnati nel bilancio dell’amministrazione comunale di Brindisi, derivano da somme riconosciute dalla Regione Puglia relativamente al periodo compreso tra il 2007 e il 2013. L’importo complessivo ammonta  a 999.968 euro e 38 centesimi, oltre Iva: a base d’asta ci sono 965.722,97 euro, 34.245,41 coprono gli oneri di sicurezza.

Stando al cronoprogramma messo a punto dai funzionari dall’ufficio Lavori Pubblici in collaborazione con i colleghi della ripartizione Urbanistica, i lavori sono stati divisi in due ambiti, a seconda della priorità: il primo attiene alle opere da realizzare nella frazione di Tuturano, per restituire ai residenti della zona, ai brindisini e non solo, il simbolo della località che si trova a pochi chilometri da Brindisi, vale a dire la Torre di Sant’Anastasio, con un intervento di recupero che dovrà essere esteso all’edificio adiacente, a seguire dovrà essere garantita la riqualificazione dell’area della piazza.

Il secondo ambito di intervento guarda all’esterno della frazione per garantire una nuova arteria di collegamento con la provinciale. Per l’affidamento dei lavori, il Comune ha scelto la strada della procedura aperta con aggiudicazione all’impresa o a più ditte in associazione temporanea, secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. Con vincolo al mantenimento di quanto presentato per 180 giorni.

Le offerte dovranno pervenire entro il 7 gennaio 2016, entro le ore 13, si legge nella determina firmata ieri dal dirigente del settore Affari Generali. Di questo termine però si perdono le tracce nello schema di bando così come nel disciplinare di gara, dove  la parte relativa all’indicazione del giorno entro il quale devono essere consegnati i plichi è rimasta in bianco. E’ stata solo indicata l’ora: si legge, infatti, “entro le 13. Né è stato indicato il giorno dell’apertura delle buste, anche in questo caso c’è solo l’ora: “entro le 10”. Per informazioni, è possibile chiamare il numero 0831/229128 oppure mandare una mail all’indirizzo segreteria generale@comune.brindisi.it

Potrebbe interessarti

  • Librerie fai da te: alcune idee

  • Conservazione dei cibi: sai quali sono quelli da tenere fuori dal frigo?

  • Open space: il frigorifero intelligente per la vostra casa

  • Bidoni della spazzatura: come pulirli e igienizzarli

I più letti della settimana

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • L'ammiraglio difende la Marina: "In Libia ci siamo. Il problema: i trafficanti"

  • Sulla pista dei furti di trattori: arrestato un allevatore

  • “Mettiti sul letto sennò ti ammazzo”: arrestato per violenza sessuale e rapina

  • “Scu, nuove leve in gruppi tipo gangsteristico. Unione tra Brindisi e Lecce”

  • Muore sul tavolo operatorio dopo nove ore: avviate le indagini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento