Pullman Stp contro autogru: l'autista e due passeggeri in prognosi riservata, 20 feriti

E' di almeno venti feriti il bilancio del terribile impatto fra un pullman di linea della Stp con circa 40 passeggeri a bordo e un'autogru della ditta Prefabbricati Pugliesi verificatosi intorno alle ore 18 di ieri (17 dicembre) sulla strada statale 7 che collega Brindisi a Taranto, all'altezza dello svincolo per Grottaglie. Tre persone sono ricoverate in prognosi riservata all'ospedale Santissima Annunziata di Taranto

L'autobus della Stp scontratosi con l'autogru sulla superstrada Brindisi-Taranto (foto Ansa)

BRINDISI – E’ di almeno venti feriti il bilancio del terribile impatto fra un pullman di linea della Stp con circa 40 passeggeri a bordo e un’autogru della ditta Prefabbricati Pugliesi verificatosi intorno alle ore 18 di ieri (17 dicembre) sulla strada statale 7 che collega Brindisi a Taranto, all’altezza dello svincolo per Grottaglie. Tre persone sono ricoverate in prognosi riservata all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto.

Si tratta del conducente dell’autobus, il 39enne Cesare Marzo, di San Donaci, che purtroppo ha subito l’amputazione di una gamba, e di due L'autogru coinvolta nell'incidentepasseggeri della provincia di Brindisi, uno dei quali residente a San Pancrazio. Questi erano seduti fra i primi posti nella parte destra del veicolo, quella in parte squarciata dall’impatto col braccio meccanico dell’autogru.  

Nel nosocomio di Taranto sono stati trasportati complessivamente una decina di feriti, fra cui tre in codice gialli. Uno di questi, alle prese con una trauma maxillo-facciale, è stato trasferito stamani verso l’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti. Una donna di Oria che ha subito fratture al volto è stata trasportata a Bari. Quelli arrivati in codice verde sono stati medicati e dimessi.

Gli altri infortunati sono stati smistati fra gli ospedali di Grottaglie, Francavilla Fontana (dove si trovano almeno 3 passeggeri) e Brindisi (dove pare siano giunte un paio di persone). Il conducente del mezzo industriale è uscito illeso dall’impatto, ma anche lui, in stato di shock, ha dovuto ricorrere alle cure dei sanitari (nella foto a destra, da www.lostrillonenews.it, l'autogru della Prefabbricati Pugliesi)

La dinamica del sinistro è ancora da appurare. Il bus proveniva da Taranto. Avrebbe dovuto terminate la sua corsa a Torchiarolo, dopo aver effettuato delle fermate a Francavilla Fontana, Oria, Torre Santa Susanna, Erchie, San Pancrazio Salentino, San Donaci e San Pietro Vernotico. Buona parte di suoi passeggeri, quasi tutti residenti nel Brindisino, erano operai dell’Ilva. E’ ormai assodato che la vettura della società di trasporti pubblici, per cause da chiarire, ha tamponato l’autogru, probabilmente durante una manovra di sorpasso.

L'autista Cesare Marzo-2Sul posto si sono recate almeno 15 ambulanze, oltre a due squadre di vigili del fuoco del comando provinciale di Taranto, carabinieri, vigili urbani e agenti della polizia stradale. I pompieri hanno operato a lungo per estrarre Cesare Marzo dalle lamiere aggrovigliate del bus. Mentre i soccorritori cercavano di tirarlo fuori dalla cabina, il 39enne avrebbe detto più volte: “Aveva le luci spente”. Le indagini sull’accaduto sono ad ogni modo coordinate dalla procura di Taranto, che ha disposto il sequestro dei due mezzi.

Il direttore della Stp, Maurizio Falcone, si è recato sul posto, e successivamente presso l’ospedale di Taranto, insieme ad alcuni ingegneri dell’azienda. Dalla società fanno sapere che Marzo (nella foto a sinistra) aveva almeno 10 anni d’esperienza alle spalle. Lo stesso, il 24 dicembre 2013, rimase coinvolto in un incidente nel centro di San Pietro Vernotico, mentre rientrava nel deposito alla guida di un pullman. Il sandonacese fu costretto a sterzare bruscamente per evitare un cane che attraversava la strada. Il veicolo finì addosso a un palo dell’Enel. Per fortuna, quella volta non c’erano passeggeri a bordo. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Uccisione cane Remì: indagato un cacciatore, sequestro di armi e munizioni

  • Sport

    “Gara 3”, messaggio forte di Banks: “Non abbassiamo la testa, crediamoci”

  • Attualità

    Interventi straordinari lungo la costa nord: bonificate discariche abusive

  • Attualità

    Amianto nella sede del Comune: "Necessario intervento tempestivo"

I più letti della settimana

  • Come difendersi dai pesciolini d'argento (e cosa sono)

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Sequestrati 350mila euro alla famiglia Bruno: indagati padre e figlio

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento