Raid dai vigili, altre tre denunce

OSTUNI - Il raid dell'alba del 5 maggio scorso nell'Ufficio traffico della Polizia municipale di Ostuni fu firmato non da un solo soggetto, Antonio Gianfreda di 27 anni, preso dopo essersi lanciato nel vuoto da undici metri, e finito in ospedale con gravi fratture, ma anche da un altro soggetto già noto alla giustizia, M.C. di 22 anni, che aveva seguito la stessa via di fuga restando a sua volta ferito seriamente nel volo dal retro dell'antico palazzo che ospita i vigili urbani, ma - a differenza del compare - ancora in grado di trascinarsi sino a casa di amici che lo soccorsero. E questi ultimi sono stati individuati e denunciati dagli investigatori del commissariato di polizia di Ostuni: si tratta dei fratelli F.M. e J.M. di 24 e 20 anni, che risponderanno di favoreggiamento personale aggravato.