Rapina in gioielleria: banditi mascherati lasciano auto per strada e fuggono a piedi

Indossavano una tuta bianca e avevano il volto coperto da una maschera. Messi in fuga dalla gioielliera

BRINDISI – Indossavano una tuta bianca e avevano il volto coperto da una maschera di carnevale i quattro uomini che poco prima delle 17 di oggi, mercoledì 7 novembre, hanno fatto irruzione nella gioielleria Intini di corso Roma a Brindisi. Hanno tentato una rapina ma il colpo non è andato a buon fine così come lo avevano organizzato per la reazione della vittima che è stata anche strattonata e buttata per terra.

Sono fuggiti portando via oggetti di bigiotteria per un valore complessivo di circa 100 euro, a bordo di una Fiat Panda di colore rosso che però hanno abbandonato in via Cirillo, una traversa di Corso Umberto I, con il motore acceso. Durante la fuga uno di essi ha perso la maschera. 

Sul posto si è immediatamente recata una pattuglia della Sezione volanti della questura di Brindisi, diretta da vicequestore aggiunto Vincenzo Maruzzella, che ha immediatamente diramato la nota di ricerca a tutte le pattuglie in servizio tra polizia e carabinieri. La zona è stata circondata da forze dell’ordine e con ogni probabilità i malfattori hanno preferito fuggire a piedi.

Al momento non è stato accertato se erano armati, al vaglio dei poliziotti le telecamere installate nella gioielleria e in zona. Ascoltati anche alcuni testimoni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

  • Coronavirus: primo caso positivo al test in Puglia

Torna su
BrindisiReport è in caricamento