Due rapine nel market vicino casa: il Dna incastra due fratelli

Adelmo Semeraro, 36 anni, in carcere, a piede libero Giuseppe, 38, residenti a Ceglie Messapica

CEGLIE MESSAPICA – Il Dna ricavato da un cappellino e da un fazzoletto di carta ha incastrato due fratelli come autori di due rapine consumate in sei mesi nello stesso market, vicino alla loro abitazione: in carcere è finito Adelmo Semeraro, 36 anni, a piede libero Giuseppe, 38 anni, residenti a Ceglie Messapica.

Le rapine

Il minore dei fratelli è stato accompagnato in carcere dai carabinieri della stazione di Ceglie Messapica, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, su richiesta del pubblico ministero che ha coordinato le indagini sulle due rapine avvenute nel market Smart, in via Cosimo Spina.

La prima risale al 30 settembre 2017, attorno alle 20, e fruttò un bottino pari a circa mille euro, l’altra venne consumata il 30 marzo 2018 e in quella occasione il rapinatore andò via con 800 euro. Stesso modus operandi: il bandito in entrambi i casi minacciò la cassiera con una roncola, mentre fuori a far da palo c’era l’altro armato di taglierino.

Il Dna

In occasione della prima azione il rapinatore che entrò nel market aveva un capellino con visiera di colore rosso e logo del Mc Donald’s: lo perse nella fuga. Quel cappellino venne riconosciuto dalla cassiera dell’esercizio commerciale. I militari hanno isolato tracce di sudore arrivando a delineare il profilo genetico che poi ha portato all’identificazione di Adelmo Semeraro.

Tracce sono state trovate anche su un fazzoletto di carta perso dal rapinatore prima di entrate nel market. Anche in questo caso, il Dna ha portato al più giovane dei fratelli. Praticamente una firma lasciata, in maniera inconsapevole, in entrambi i casi e per questo un indizio di colpevolezza grave e granitico.

Le immagini

Giuseppe Semeraro, invece, è stato riconosciuto dal modo di camminare, partendo dalla visione delle immagini registrate dalle telecamere del sistema di videosorveglianza del market

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Complimenti alle forze dell'ordine, le indagini fatte bene portano sempre i risultati attesi.

Notizie di oggi

  • Elezioni

    Elezioni Europee: in provincia di Brindisi per ora in testa il M5S

  • Elezioni

    Scrutinatore scatta foto a registro elettori: allontanato dalla sezione

  • Cronaca

    Paura nel centro abitato: bomba carta esplode davanti la casa di un vigilante

  • Cronaca

    Malore in una casa di campagna: muore un bracciante agricolo

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Ospedale Perrino, donati gli organi di una donna morta a 62 anni

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

  • Notte di fuoco tra Brindisi e Mesagne: incendiate tre auto

  • Furto nella stazione di servizio: in fuga con la cassetta dei contanti

Torna su
BrindisiReport è in caricamento