Controlli anti-caporalato, scoperti anche reati ambientali

Un imprenditore agricolo di 69 anni denunciato dai carabinieri a Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA – Un imprenditore agricolo di 69 anni denunciato per vari reati, anche di natura ambientale, e sequestro di un deposito e di un terreno di 2000 metri quadrati, a conclusione di un controllo sulla vendemmia effettuato dalla task force anti-caporalato costituita presso il comando provinciale carabinieri di Brindisi in una azienda nelle campagne di Francavilla Fontana. La task force ha operato assieme ai carabinieri dell’Ispettorato del lavoro di Brindisi.

La task force ha operato in alcuni appezzamenti dove attualmente è in corso la raccolta dell’uva sia da tavola che da vino: qui i militari hanno rilevato la presenza 27 lavoratori italiani e due stranieri di origine albanese, un 24enne e un 19enne entrambi privi del permesso di soggiorno. Sempre nell’ambito della stessa attività ispettiva sono state però accertate alcune violazioni di natura penale, contemplate dal Testo Unico Ambientale.

Infatti l’imprenditore ha illecitamente smaltito rifiuti speciali, originati dall’ attività agricola, ed ha realizzato un deposito incontrollato privo di copertura sul terreno, nel quale ha riversato materiale di risulta, rifiuti prodotti dall’attività irrigua quale pezzi di tubazioni idriche, ferro e vetro ed altri rifiuti derivanti dalle attività. L’intera area adibita a stoccaggio di rifiuti, è stata sottoposta a sequestro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’interessato è stato perciò denunciato a piede libero anche per gestione illecita di rifiuti, deposito incontrollato di rifiuti e scarichi industriali senza autorizzazione. Sono stati sottoposti a sequestro come già detto un deposito agricolo e circa duemila metri quadrati di terreno. Ulteriori accertamenti sono in corso da parte del Nil per gli aspetti amministrativi e per gli adempimenti obbligatori in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assalto al blindato Cosmopol, gli arresti della banda

  • Si accascia in spiaggia e muore, tragica domenica per un anziano francavillese

  • Alle rapine con la mamma: colpi ai distributori, quattro arresti

  • Spesa vip per lo scrittore e conduttore Fabio Volo, in relax nei trulli

  • Moto fuori controllo sulla provinciale: un giovane perde la vita

  • I 100 anni di Giovanni Saracino: ha combattuto la seconda guerra mondiale

Torna su
BrindisiReport è in caricamento