venerdì, 18 aprile 11℃

Ribaltone al Ctr. Vendola: "Illegittimo"

BARI - "La Regione Puglia continuerà a battersi con tutte le sue forze contro il progetto del rigassificatore di Brindisi", cominciando da un ricorso al Tar. Lo ha annunciato il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola commentando l'approvazione (con il parere negativo degli enti locali e della Regione stessa, e dell'Arpa Puglia) dello Studio di fattibilità per la realizzazione del rigassificatore Lng nell'area Capo Bianco di Brindisi da parte del Comitato Tecnico Regionale. E di ricorsi parla anche il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, affermando che non si torna indietro.

BrindisiReport.it21 giugno 2012

BARI - "La Regione Puglia continuerà a battersi con tutte le sue forze contro il progetto del rigassificatore di Brindisi", cominciando da un ricorso al Tar. Lo ha annunciato il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola commentando l'approvazione (con il parere negativo degli enti locali e della Regione stessa, e dell'Arpa Puglia) dello Studio di fattibilità per la realizzazione del rigassificatore Lng nell'area Capo Bianco di Brindisi da parte del Comitato Tecnico Regionale. E di ricorsi parla anche il sindaco di Brindisi, Mimmo Consales, affermando che non si torna indietro.

Il parere del Comitato (organo che fa capo ai Vigili del Fuoco) è propedeutico, viene spiegato nel comunicato della presidenza della alla Conferenza di Servizi presso il Ministero dello Sviluppo economico. "L'approvazione dello studio di fattibilità è stato un atto violento - ha dichiarato Vendola - perché il Comitato aveva già qualche mese fa bocciato lo stesso studio di fattibilità. Oggi invece, grazie al sì del rappresentante del ministero del Lavoro e comunque con una risicatissima maggioranza, il Comitato ha letteralmente capovolto il suo giudizio".

"E' un voto che noi consideriamo privo di legittimità, contestandone la procedura. Annunciamo quindi un ricorso al Tar, ribadendo ancora una volta l'assoluta contrarietà della Regione Puglia ad un progetto molto poco attento al sistema delle regole e dei diritti ambientali".

Il Ctr era tornato a riunirsi ieri, deliberando poi nella tarda serata con 8 voti a favore di Brindisi Lng e 6 contrari (Regione, Provincia e Comune di Brindisi, Arpa Puglia su tutti), sulla base di una contestazione inoltrata dalla società britannica circa le convocazioni della seduta dello stesso Comitato tecnico regionale dello scorso mese di aprile, quando il Nof fu invece negato a maggioranza, malgrado il parere favorevole del gruppo di lavoro istruttorio presieduto dal comandante provinciale dei vigili del fuoco di Brindisi.

Adesso non solo Vendola, ma anche il fronte ambientalista brindisino vuol vederci chiaro e sta valutando in che modo muoversi in tale direzione. Intanto va ricordato che Brindisi Lng ha chiuso la propria sede di Brindisi dopo la sentenza con cui il tribunale di Brindisi ha confiscato l'area del cantiere di Capo Bianco per occupazione abusiva di demanio marittimo (considerando frutto di atti corruttivi la concessione a suo tempo a Brindisi Lng dell'atto sostitutivo di concessione demaniale da parte dell'Autorità portuale).

La decisione assunta dal Comitato Tecnico Regionale in riferimento al nulla osta di fattibilità (Nof) alla società Brindisi Lng non è stata condivisa dal Comune di Brindisi i cui rappresentati hanno espresso parere negativo al rilascio di tale autorizzazione, al pari della Provincia e della Regione Puglia.

"La nostra posizione di contrarietà non cambia rispetto al passato e Brindisi conferma il proprio parere negativo rispetto alla realizzazione del rigassificatore in località Capo Bianco. Insieme alla Provincia e alla Regione - afferma dal canto suo il sindaco Mimmo Consales - valuteremo ogni possibile iniziativa finalizzata a contrastare la nascita di tale impianto. Va sottolineato, in ogni caso, che il provvedimento di confisca della colmata di Capo Bianco rappresenta la più efficace garanzia circa la necessità di sventare l'ipotesi di costruzione di tale impianto".

cambio
Ctr
decisione
puglia
rigassificatore

Commenti