Rifiuti, incendio nel deposito di una ditta: in fiamme due compattatori

Il rogo si è sviluppato intorno alle ore 18,30 di oggi (8 marzo) nel deposito dell'azienda che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti per conto dell'amministrazione di Carovigno, nei pressi della strada per Sa Vito dei Normanni

CAROVIGNO – Due grossi autocompattatori sono andati in fiamme intorno alle ore 18,30 di oggi (8 marzo) nel deposito della ditta che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti per conto dell'amministrazione comunale di Carovigno. I mezzi si trovavano in una rimessa situata in contrada Maresca, nei pressi della strada che congiunge Carovigno e San Vito. Entrambi i veicoli sono stati avvolti completamente dalle fiamme. Sul posto si sono recati tre mezzi dei vigili del fuoco: uno del distaccamento di Ostuni e due, inclusa un’autobotte, della caserma di Brindisi.

Incendio compattarori Carovigno 2-2-3

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il bagliore prodotto dall’incendio era visibile nel raggio di chilometri. I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni. L’origine della combustione è da appurare. La matrice dolosa, a quanto pare, non è da scartare. Non va dimenticato che negli ultimi anni diversi attentati incendiari hanno colpito aziende attive nel settore dei rifiuti, a Carovigno. L’ultimo risale al 26 settembre 2017, quando vennero bruciate due auto, fra cui un mezzo aziendale, che si trovavano nella villa di proprietà del titolare della Ecolservizi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbarco in piena pandemia: decine di migranti rintracciati a Cerano

  • Ceglie Messapica. Al San Raffaele positiva una fisioterapista. Altri in quarantena

  • Coronavirus: due decessi a Carovigno, primo caso a San Donaci

  • Altri 23 casi in provincia di Brindisi: il bilancio sale a quota 148

  • Tre nuovi contagiati nel Brindisino e sei persone decedute

  • Cinque nuovi casi in provincia di Brindisi, nessuna persona deceduta

Torna su
BrindisiReport è in caricamento