Rifiuti, polizia locale e cimitero: gli ostunesi danno i voti per i servizi

"Ritenuta scarsa la pulizia delle strade, non sufficiente l'attività dei vigili, buona l'organizzazione del cimitero"

OSTUNI -  Tra rifiuti, lavoro svolto dagli agenti della polizia locale e servizi cimiteriali, gli ostunesi hanno espresso il proprio gradimento sui servizi offerti dal Comune. E hanno promosso l'organizzazione del campo santo, mentre hanno bocciato la pulizia delle strade ritenuta non sufficiente, né hanno mostrato gradimento per le attività affidate ai poliziotti mucipali.

Le mura della Città bianca

Il sondaggio

I risultati si riferiscono ai  dati raccolti attraverso la compilazione del questionario messo a punto dal Comune di Ostuni e compilabile online sul portale istituzionale, che indagava il grado di soddisfazione dell’utenza cittadina, in relazione ai servizi offerti dall’amministrazione. Volta a migliorare la qualità dei servizi erogati, l’indagine condotta ha permesso di stilare un report composto da numeri, grafici e una parte testuale che riporta le criticità messe in evidenza dai cittadini e i suggerimenti per risolverle. Il campione su cui è stato condotto lo studio, quindi il numero di persone che ha materialmente completato il questionario online, è di 181 cittadini, di cui 94 uomini e 87 donne, la cui fascia d’età si attesta prevalentemente tra i 35 e 54 anni (52,50%). Nonostante il numero dei partecipanti sia oggettivamente esiguo, i dati che sono emersi dalla ricerca restituiscono una lettura quanto mai realistica del grado di soddisfazione dell’utenza cittadina. Il 93,9% delle risposte, è giunto infatti da residenti nel Comune di Ostuni, mentre solo il 6,1% risulta residente in altri Comuni.

Igiene urbana

In materia di igiene urbana è interessante notare come cambino le percentuali a seconda del servizio. Per quanto riguarda infatti la pulizia di strade, marciapiedi e delle aree verdi, la cittadinanza giudica scarsa la qualità del servizio, mentre valuta ottima la frequenza e la modalità con cui viene effettuata la raccolta dei rifiuti, dichiarandosi abbastanza soddisfatta dell’organizzazione complessiva del servizio, tra l’apprezzato “porta a porta” e l’attività dei centri ambientali mobili.  I cittadini riferiscono inoltre un giudizio decisamente positivo in relazione alla qualità complessiva dell’ambiente (aria, acqua, terra, rumore), nella cui sezione la somma delle risposte “ottimo”, “buono” e “sufficiente” tocca il 77,2%. Stando a quanto riferito spontaneamente dai cittadini, la pulizia delle aree verdi ultimamente risulta migliorata; mentre il problema dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti è attribuibile alla scarsa responsabilità civica di chi abita la Città bianca o la visita per brevi periodi.

Una pattuglia dei vigili urbani

Polizia locale

L’indagine ha evidenziato una percezione pessima dell’attività svolta dalla Polizia Municipale, alla quale i cittadini assegnano un giudizio del tutto insufficiente. Non sarebbero adeguati gli interventi di prevenzione e controllo da parte degli agenti, a cui va anche la pesante critica di non rendersi disponibili nei confronti dell’utenza allo sportello amministrativo di accoglienza al pubblico e telefonicamente. Ne consegue che la tempestività d’intervento su chiamata è giudicata del tutto inadeguata. Nel complesso i cittadini mostrano un livello di profonda insoddisfazione in merito alla qualità del servizio di Polizia urbana, evidenziando la necessità di effettuare maggiori controlli sul territorio e quella di provvedere a sanzionare i trasgressori. Viene richiesta in sostanza la presenza di un maggior numero di agenti, circostanza che però si scontra con i vincoli e le disposizioni normative.

Servizi cimiteriali

Un giudizio estremamente positivo è stato dato in merito ai servizi cimiteriali, definito in base ai dati percentuali, estremamente soddisfacente. Si fa riferimento agli orari di apertura, all’accessibilità, alla pulizia dei viali e delle aree verdi. Nel complesso l’indice di gradimento del servizio infatti, si attesta all’88,32% e rappresenta senza dubbio il maggiore punto di forza dell’amministrazione comunale.

In ultima battuta, i cittadini sono stati chiamati a esprimersi in relazione alla manutenzione di strade e marciapiedi, alla loro accessibilità e sicurezza. La valutazione complessiva non è positiva, presumibilmente in linea con quanto avviene nella maggior parte dei comuni italiani.

Alla luce di quanto emerso dall’indagine, l’amministrazione comunale procederà alla pianificazione di una serie d’interventi mirati ad attenuare o a risolvere le criticità messe in evidenza dai cittadini che hanno compilato il questionario, indicando anche ipotesi e suggerimenti per il miglioramento dei servizi. Più di qualcuno ha messo in evidenza l’utilità economica e soprattutto civica di scovare e punire chi abbandona i rifiuti nel centro abitato, come nelle campagne e chi non rispetta il codice della strada. C’è chi ha avanzato l’ipotesi di aumentare il numero di cestini per i rifiuti, meglio se predisposti per la raccolta differenziata.

Il sindaco

Il sindaco di Ostuni, Gianfranco Coppola-2«Agendo nell’ottica della trasparenza – dichiara il Sindaco Gianfranco Coppola – che assieme a legalità e meritocrazia è a fondamento del mio modo di amministrare, per la prima volta i cittadini sono stati invitati a giudicare la qualità dei servizi erogati dall’amministrazione. Sono emersi punti di forza e debolezza vecchi e nuovi, critiche e suggerimenti che sono lo spunto per svolgere sempre meglio il delicato compito di gestire la città.  Tante le tematiche su cui abbiamo chiesto il parere dei cittadini e, anche se il campione è limitato, siamo di fronte a uno spaccato assolutamente aderente alla realtà.

Che Ostuni sia un paese “riciclone” lo dimostra sia la quantità, che la qualità della raccolta differenziata dei rifiuti e questo lo dobbiamo non solo alle misure disposte dall’amministrazione, ma anche e soprattutto dal livello di civiltà dei concittadini. Per quanto riguarda la fruibilità delle strade urbane, il problema è presente in comuni grandi e piccoli a causa della mancanza di risorse pubbliche. Nonostante questo, posso annunciare che abbiamo pianificato il rifacimento del manto stradale di via Nino Sansone e di viale Vittorio Emanuele II. Abbiamo reperito intanto 35mila euro per riparazioni temporanee su strade urbane e rurali e stiamo eliminando gradualmente tutti i pini lungo le vie di traffico.

Per quanto riguarda l’illuminazione pubblica, abbiamo in dotazione un impianto risalente a cinquant’anni fa, che stiamo pian piano provvedendo a rimodernare. Infine – conclude Coppola – sull’attività della Polizia Municipale stiamo lavorando per risolvere problematiche che sono sotto gli occhi di tutti. La mancanza di agenti è un fattore che complica la situazione, rendendo difficile il controllo puntuale sul territorio. Il Vigile Urbano deve essere presente, questo mi rendo conto che purtroppo non avviene e me ne assumo la responsabilità. Esternalizzando qualche servizio amministrativo, permetteremo agli agenti di uscire dagli uffici e operare un servizio di controllo sistematico».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Bollo auto non pagato: condono per importi fino a 1000 euro

  • Omicidio Carvone: nuovi arresti per una sparatoria

Torna su
BrindisiReport è in caricamento