Due revolver funzionanti tra la merce del rigattiere al mercatino

L'uomo è stato arrestato dagli agenti del commissariato locale, al termine degli accertamenti sulle armi d'epoca

OSTUNI – Erano perfettamente funzionanti, due revolver d’epoca che un rigattiere di Taranto celava tra la merce in vendita al mercatino di Pasquetta, a Ostuni, che si stava svolgendo – date le condizioni meteo avverse - al riparo del Chiostro San Francesco, il vasto cortile interno dello storico palazzo municipale della Città Bianca. Le armi sono state individuate e sequestrate da una pattuglia del commissariato di polizia locale, in servizio proprio nel mercatino e dintorni per vigilare su fenomeni illegali e prevenire reati.

Il rigattiere ha attratto l’attenzione degli agenti, perché si affannava a maneggiare qualcosa al riparo dei teli della sua bancarella. Quando i poliziotti hanno deciso di controllare costa stesse probabilmente tentando di nascondere l’uomo, hanno suscitato una reazione di insofferenza da parte dello stesso, ma i teli sono stati sollevati ed è apparsa una custodia, che aperta ha rivelato il contenuto: si trattava di due pistole a tamburo d’epoca, una calibro 38 di fabbricazione belga ed una calibro 11 di fabbricazione spagnola.

Nel secondo caso, si tratta di armi corte modello 1884 prodotte dal costruttore iberico poi anche su ordinazione del Regio Esercito italiano e da quelli francese e inglese nel 1916 durante la Grande Guerra, nel primo caso di un’arma prodotta a sua volta dalla fine del XIX secolo. Tutte e due le pistole erano in grado di sparare, ha appurato la polizia dopo una valutazione affidata ad esperti. Pertanto, il rigattiere, S.L. di 58 anni, nato nel capoluogo ionico, è stato denunciato per porto e detenzione illegali di armi comuni da sparo nonché di vendita ambulante di armi, su cui saranno svolti approfondimenti investigativi, e posto agli arresti domiciliari su decisione del pm di turno alla procura di Brindisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brindisi-Taranto: attivato controllo giornaliero con Autovelox

  • Doppio inseguimento e lancio di chiodi dopo assalto a bancomat

  • Muore schiacciato da un trattore: tragedia nelle campagne

  • Quanto costa una casa a Brindisi quartiere per quartiere

  • Operaio investito: un collega insegue auto pirata e la blocca

  • Bollo auto e Documento unico di circolazione, le novità 2020

Torna su
BrindisiReport è in caricamento