Rinnovabili, 33mila impianti su rete Enel

BARI - La potenza degli impianti di energia da fonti rinnovabili installata in Puglia e collegati alla rete Enel sta per raggiungere quella delle tre centrali del polo energetico brindisino che utilizzano carbone (Enel ed Edipower-A2A) e metano (Enipower). Si tratta di 4450 megawatt termoelettrici, a fronte dei 3250 megawatt prodotti dai circa 33mila impianti, al 99 per cento fotovoltaici, connessi alla rete elettrica gestita da Enel. Lo fa sapere la stessa società elettrica.

Fotovoltaico miniatura

BARI - La potenza degli impianti di energia da fonti rinnovabili installata in Puglia e collegati alla rete Enel sta per raggiungere quella delle tre centrali del polo energetico brindisino che utilizzano carbone (Enel ed Edipower-A2A) e metano (Enipower). Si tratta di 4450 megawatt termoelettrici, a fronte dei 3250 megawatt prodotti dai circa 33mila impianti, al 99 per cento fotovoltaici, connessi alla rete elettrica gestita da Enel. Lo fa sapere la stessa società elettrica.

Significativi i dati del 2012, sottolinea Enel. Se e’ vero infatti che rispetto a 2010 e 2011 è diminuita la potenza degli impianti di produzione connessi alla rete elettrica gestita da Enel, il loro numero è rimasto pressoché invariato. Segno di una inversione di tendenza rispetto agli anni passati che vede preferiti impianti di piccola taglia per lo più installati sui tetti di edifici civili, commerciali o industriali.

Nell’anno trascorso i tecnici Enel hanno collegato alla rete pugliese circa 11.000 nuovi impianti per la produzione di energia elettrica da fonti ‘’a zero emissioni’’ per una potenza di oltre 400 megawatt. Importante l’apporto di tutti i capoluoghi pugliesi e delle rispettive province. A guidare la classifica in termini di potenza installata è Foggia con 151 megawatt e 1.340 nuovi impianti. Segue Lecce con circa 120 megawatt e oltre 4.000 nuovi impianti.

A Bari sono stati connessi circa 2.400 impianti per una capacità installata di circa 80 megawatt. A Taranto i tecnici Enel hanno collegato alla rete più di 1.500 impianti per una potenza complessiva che supera i 50 megawatt. Piu’ di 1.100 gli impianti connessi alla rete a Brindisi per circa 15 megawatt mentre la Bat ha visto entrare in esercizio 300 nuovi impianti per circa 12 megawatt.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Sono numeri importanti – ha ricordato Roberto Zanchi, responsabile Enel Infrastrutture e Reti Puglia e Basilicata –. Ogni giorno, se si considerano quelli lavorativi, nell’anno appena trascorso sono stati connessi alla rete elettrica gestita da Enel una media di circa 50 impianti. Questi dati offrono la dimensione del grande lavoro quotidiano svolto dal personale tecnico di Enel e dell’importante apporto offerto allo sviluppo di impianti energetici a zero emissioni nella regione. I risultati sono il frutto del costante impegno in Enel da parte di tutti al fine di soddisfare le esigenze di tutta la clientela. Continuiamo a lavorare per garantire il pieno rispetto degli standard qualitativi previsti dall'Autorità per l' Energia’’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavori agricoli, arriva il sì dalla Regione: "attività indifferibili"

  • Addio a Nanuccio il pescatore: da 12 giorni attendeva l'esito del tampone

  • Paziente muore in ambulanza. Sgomberata Pneumologia

  • Azzeramento dei contagi in Puglia: le proiezioni di un centro di ricerca

  • Scu, si è suicidato il pentito Sandro Campana: accusò il fratello Francesco

  • "Primo operatore 118 positivo, ora screening urgente per tutti"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento