Riqualificazione paesaggi costieri a sud di Brindisi: avvio dei lavori

Questa volta le buone notizie per le marine di competenza del Comune di Torchiarolo arrivano per davvero, tutti i problemi legati agli aspetti burocratici sono stati risolti

TORCHIAROLO – Questa volta le buone notizie per le marine di competenza del Comune di Torchiarolo arrivano per davvero, tutti i problemi legati agli aspetti burocratici sono stati risolti: domani, mercoledì 10 ottobre, inizieranno i tanto attesi lavori di riqualificazione del paesaggio costiero che daranno alle marine di Torre San Gennaro, Lido Presepe, Lido Cipolla, Lendinuso e Canuta, un nuovo look.

Le opere, che rientrano in un progetto da 4 milioni di euro avviato nel 2014, dovevano iniziare il 20 settembre scorso dal Lungomare Marinai d’Italia (il viale che collega Campo di Mare a Torre San Gennaro), ma “cavilli burocratici” ne hanno ritardato l’avvio scatenando reazioni di scetticismo e malcontento tra i cittadini, stanchi di vedere le belle marine a sud di Brindisi sempre più nel degrado.

Rispetto alle direttive annunciate per il 20 settembre, qualche novità c’è: i cantieri interesseranno oltre che viale Marinai d’Italia anche viale delle Dune e piazza della Locanda (Lido Presepe).

Le marine verso la riqulificazione costiera 

Nei giorni scorsi è stata pubblicata sull’albo pretorio del Comune di Torchiarolo l’ordinanza n°72 che sospende la circolazione stradale “su viale delle Dune (tratto compreso tra Piazza Garibaldi e Via Stella Polare) e Piazza della Locanda a far data dal 08 ottobre 2018 fino al 31 gennaio 2019”. Così come era avvenuto per il 20 settembre scorso quando furono annunciati i lavori su viale Marinai D’Italia.

Tre cantieri in contemporanea, quindi, interesseranno le marine fino a fine gennaio prossimo. Va ricordato che per quanto riguarda l’area Umida Palude Quatina (posta tra S.Gennaro e Lido Presepe in viale delle Dune) è prevista la demolizione della pavimentazione stradale di via delle Dune con spandimento del terreno vegetale, la realizzazione di una passerella ciclopedonale in legno lamellare sospesa sulla palude di 310 m), la messa in dimora di specie arbustive (si tratta di 400 piante) e la realizzazione dell’attraversamento del canale Pilella.

Potrebbe interessarti

  • Musica dei locali: nuovi orari per costa e centro urbano

  • L’albicocca, antico frutto della fertilità

  • Come riparare le piante dal caldo estivo e dal sole

  • Librerie fai da te: alcune idee

I più letti della settimana

  • Accoltellamento mortale dopo furibonda lite tra consuoceri

  • Vino sofisticato: undici arresti e quattro cantine sequestrate

  • Altri temporali in arrivo, l'allerta meteo passa ad arancione sulla costa

  • Auto fuori controllo sulla provinciale: un uomo perde la vita

  • Aste giudiziarie, pressioni e minacce ai partecipanti: quattro arresti

  • Fuochi d'artificio al matrimonio: colpito al volto, perde un occhio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento