Ruba un cappello al Decathlon: taccheggiatore colto in flagranza

Gli addetti alla sicurezza lo sorprendono con la refurtiva nella tasca del giubbotto. Intervenuti i carabinieri

BRINDISI – Aveva nascosto la refurtiva nella tasca del giubbotto, ma i sensori antifurto si sono attivati al momento del suo passaggio. Grazie all'intervento degli operatori di sicurezza dell’Isi Group un altro taccheggiatore è stato sorpreso in flagranza di reato all’interno del negozio Decathlon di Brindisi. Si tratta di un 50enne di San Vito dei Normanni. Questi si era impossessato furtivamente di un cappello del valore pari a 8 euro, nascondendolo nella tasca del giubbotto.

Intorno alle ore 10,30 si è diretto verso l’uscita dell’attività commerciale. Ma una volta giunto soglia, l’addetto alla sicurezza, dopo l’attivazione del sistema anti furto, lo ha sottoposto a controllo, scoprendo la refurtiva. A quel punto sono stati chiamati i carabinieri, che hanno proceduto con una denuncia.

Numerosi taccheggiatori sono stati stoppati nel 2018 dagli addetti alla sicurezza del Decathlon. L’ultimo episodio risale allo scorso 16 dicembre, quando un giovane di Cisternino venne sorpreso con un paio di guanti nascosti nelle tasche. Anche in quel caso, modestissimo il valore della refurtiva: appena 7 euro.  

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Ma questi stupidi ( perché solo di questi si tratta) non lo hanno ancora imparato che in Italia se rubi qualche decina di euro ti massacrano e ti danno tre o quattro anni di galera, mentre invece se rubi barcate di milioni ( es: fotti una banca qualche centinaio di milioni e poi non li restituisci più;) la passi liscia, magari ti si apre una carriera in politica o, meglio ancora, ti nominano presidente o direttore generale di qualche azienda a partecipazione pubblica? Il rapporto costi-benefici analizzatelo prima, ragazzi

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Strage nella notte, tre giovani morti in un incidente stradale

  • Cronaca

    Trasportavano parti auto rubata: inseguiti e presi dalla Polstrada

  • Cronaca

    Rapinatori nell'ufficio postale del Casale: "Tranquilli, vi vogliamo bene ragazzi"

  • Cronaca

    Con pistola e machete nella sala giochi: rapina nella notte in viale Commenda

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla strada Ostuni-Montalbano: morti due ragazzi

  • Attaccati e feriti da pitbull, cavalla sbalza il padrone e fugge in paese

  • Abusi sessuali su un ragazzino di 12 anni: arrestato 70enne

  • Rapinatori nell'ufficio postale del Casale: "Tranquilli, vi vogliamo bene ragazzi"

  • Giovane disoccupata voleva lanciarsi nel vuoto, bloccata da passante

  • E alla spiaggia della polizia compare una colmata sugli scogli

Torna su
BrindisiReport è in caricamento