Rubati due autotreni con gru: si temono nuovi assalti a portavalori

I due grossi mezzi, del valore di 160mila euro, sono stati rubati nella zona industriale di Lecce. Allerta anche nel Brindisino

LECCE - Due autotreni con gru caricate a bordo volatilizzatisi nel nulla. Valore totale: 160mila euro. Due possenti mezzi che, in mano alle più pericolose organizzazioni criminali, potrebbero essere utilizzati per ogni scopo possibile e immaginabile. Quello che preoccupa più di tutti è un’eventuale, nuovo, impiego per un assalto a qualche furgone portavalori. Una possibilità da tenere in debita considerazione. E un timore che ha spinto la questura di Lecce nelle scorse ore a contattare gli istituti di vigilanza con una circolare per metterli in guardia.

Gli autoarticolti nella zona industriale

Gli autoarticolati, due Stralis della Iveco Magirus pressoché identici, bianchi e neri, si trovavano nel piazzale del deposito adibito a sede operativa della “Vetreria del Salento”, nella zona industriale di Lecce (dove già nel novembre del 2014 fallì un colpo simile). Per la precisione, in viale Francesco Marzano, che confluisce su viale Marcello Chiatante. Ed è presumibilmente da qui che i ladri sono riusciti a fuggire, indisturbati, scegliendo forse poi di imboccare una delle due strade statali vicine, o la 7ter in direzione di Campi Salentina, o la 613 verso Brindisi.

Il furto è stato scoperto alle 7 del mattino di venerdì 1 marzo e denunciato presso la stazione dei carabinieri di Santa Rosa. Non è però ben chiaro quando la banda abbia operato. Il deposito, infatti, è rimasto chiuso dalle 16 di giovedì 28 febbraio. I ladri, dunque, hanno avuto un arco temporale molto ampio per muoversi, dopo aver studiato il piano nei dettagli.

Un recente episodio clamoroso

Non è la prima volta che si verificano furti così clamorosi nella zona industriale leccese. Solo a metà gennaio, un altro è balzato di prepotenza nelle cronache, quello di Tir della “Salento Crane&Logistic”. Una grave perdita per l’azienda, che ha spinto in quei giorni il titolare a offrire persino una lauta ricompensa di 10mila da elargire a chi fosse stato in grado di fornire indicazioni utili a ritrovarli.
Il furto delle ultime ore ha però messo in allerta le forze dell’ordine soprattutto per i possibili impieghi. Sebbene, infatti, i mezzi pesanti rubati spesso finiscano su mercati paralleli illegali, magari dopo essere stati ridotti a pezzi per ottenere ricambi, due gravi fatti di cronaca molto ravvicinati nel tempo hanno spinto le prefetture di Lecce e Brindisi ad adottare misure di sorveglianza molto più stringenti.

Due recenti assalti a portavalori

Si tratta dell’assalto al blindato dell’Ivri sulla superstrada 379 Brindisi-Bari e del precedente caso del 18 gennaio, il colpo sulla Brindisi-Lecce ai danni della Cosmopol. Entrambi falliti, certo, ma che hanno provocato veri e propri scenari da attacco terroristico con automobilisti minacciati, veicoli in fiamme, sventagliate di kalashnikov.  

Scenari che si spera di non rivivere più. Tanto che la questura di Lecce ha esortato con una nota rivolta ai titolari di istituti di vigilanza privati di tutta la provincia a impartire disposizioni ben precise ai loro uomini, segnalando ogni persona o veicolo sospetto con la massima tempestività. Il che la dice lunga sul clima che si respira nel Salento in questi giorni.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tentato omicidio per debiti di droga: arrestati sia l'autore che la vittima

  • Cronaca

    Marchi Adidas e Dr Martens tarocchi: sequestrate oltre 25mila scarpe

  • Sport

    Happy Casa: consensi ed emozioni cancellano la sconfitta, ora si pensa al futuro

  • Attualità

    Amministrative 2019, i candidati e le liste del Brindisino: ecco tutti i nomi

I più letti della settimana

  • Incidente stradale nella notte: automobilista trovato morto all'alba

  • Traffico di cocaina, 18 arresti: forniture organizzate a Brindisi

  • Da 20 anni al carcere duro, prossimo alla laurea in Giurisprudenza

  • Controlli dei carabinieri: due arresti. Rinvenute anche due auto

  • Crollo solaio in una scuola: dimesso l'operaio, cantiere sotto sequestro

  • Minacciato e rapinato dell'auto: caccia ai banditi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento