Va a fuoco auto parcheggiata in rivendita di vini in bottiglia

Intervento dei vigili del fuoco intorno alle 5 di oggi, lunedì 22 agosto, in via Mesagne a San Donaci, dove nel punto di una cantina è andata a fuoco un'auto

SAN DONACI – Intervento dei vigili del fuoco intorno alle 5 di oggi, lunedì 22 agosto, in via Mesagne a San Donaci, dove nel punto vendita di una cantina è andata a fuoco un’auto. Si tratta di una Renault Megane, era parcheggiata nel locale adibito alla vendita di vino in bottiglia. I proprietari erano al mare. Ad accorgersi delle fiamme una guardia particolare giurata in servizio notturno: ha notato fumo uscire dalla rivendita e ha allertato i vigili del fuoco. Sul posto si è recata una squadra proveniente dal comando proviciale di Brindisi, le fiamme hanno distrutto decine di bottiglie di vino. Non sarebbero stati trovati elementi riconducibili a qualche azione dolosa, i locali all'arrivo dei soccorritori erano chiusi. Sul posto si sono comunque recati i carabinieri che hanno eseguito tutti i controlli del caso. Secondo quanto accertato sarebbe stato un corto circuito a scatenare le fiamme ma saranno ulteriori accertamenti a fare chiarezza sulla vicenda. 

Articolo aggiornato alle 13.10

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Conflitto a fuoco fra benzinaio e malvivente: esplosi almeno sei colpi

    • Cronaca

      Donna muore in ospedale dopo intervento chirurgico: presentata denuncia

    • Politica

      Enrico Rossi a Brindisi: alleanze a sinistra, e nuove politiche industriali

    • Cronaca

      Falsi invalidi e ossigeno facile: sentenza d’appello per 19 imputati

    I più letti della settimana

    • Giovane padre di famiglia muore all'improvviso: autorizzato l'espianto degli organi

    • Malore per Al Bano: prime cure a Bari, poi il ricovero al "Fazzi" di Lecce

    • Nuova rapina in città: bandito armato di pistola irrompe nel supermercato

    • Le sbarre si abbassano all'improvviso: "Mi sono salvata per un pelo"

    • Agguato di mala nel Tarantino: un brindisino fra i presunti killer

    • Omicidi e armi, libero il pentito Bullone: chiede la riduzione della pena

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento