Falso allarme nelle campagne per la presenza di un presunto ordigno

La segnalazione di un presunto ordigno esplosivo nei pressi di un un vecchio casolare di contrada Calieri, sulla San Pietro Vernotico-Mesagne, ha impegnato per alcune ore i carabinieri della stazione di S.Pietro e quelli della compagnia di Brindisi

Il presunto ordigno

SAN PIETRO VERNOTICO - La segnalazione di un presunto ordigno esplosivo nei pressi di un un vecchio casolare di contrada Calieri, sulla San Pietro Vernotico-Mesagne, ha impegnato per alcune ore i carabinieri della stazione di S.Pietro e quelli della compagnia di Brindisi, assieme ai vigili del fuoco e al 118, in attesa che gli artificieri giunti attorno alle 18.45 sul posto stabilissero che in realtà si trattava di un oggetto innocuo.

Il luogo del rinvenimento-2La segnalazione all'Arma era partita attorno alle 15, dal proprietario del terreno, il quale, alla vista di due blocchetti misteriosi uniti da alcuni cavi aveva pensato che qualcuno si fosse sbarazzato proprio in quel punto di una bomba rudimentale con innesco elettrico. Il luogo, piuttosto isolato, è stato raggiunto dai carabinieri, da una squadra dei vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi e da una equipe del 118 in stand-by in attesa, appunto, dell'arrivo di una squadra di artificieri dell'Arma, i quali hanno effettuato il controllo secondo le procedure previste, per stabilire subito dopo che non si trattava affatto di una bomba.

Del fatto è stato informato il pubblico ministero di turno, sul posto si sono recati il comandante del Nucleo operativo radiomobile della compagnia di Brindisi, il tenente Luca Morrone e il comadante della stazione dei carabinieri di San Pietro Vernotico, il maresciallo Giuseppe Pisani che hanno coordinato le attività dei colleghi e seguito direttamente la vicenda. La zona è stata sgomberata solo quando ogni rischio è stato scongiurato, quello che sembrava un ordigno si è rivelato un agglomerato di fili elettrici e parti meccaniche di qualche personal computer abbandonati indiscriminatamente nelle campagne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz dei carabinieri contro la Scu: 37 arresti per droga, armi ed estorsioni

  • Cellino, nuovo boato nella notte: bomba carta fatta esplodere per strada

  • Incidente nella notte, quattro giovani feriti. "Ringrazio i medici"

  • Operazione Synedrium: i pizzini, le armi e il ruolo delle donne

  • Synedrium: “Estorsioni anche agli ambulanti del mercato di Sant’Elia”

  • Furto di trattore si conclude con inseguimento, incidente e arresto

Torna su
BrindisiReport è in caricamento