San Vito, cocaina: arresto barista

SAN VITO DEI NORMANNI – E' stato trovato in possesso di sei grammi di cocaina suddivisa in tre dosi, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Per questo, Giuseppe Lonoce, 21 anni di San Vito è stato tratto in arresto dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni guidati dal capitano Ferruccio Nardacci.

Giuseppe Lonoce

SAN VITO DEI NORMANNI – E' stato trovato in possesso di sei grammi di cocaina suddivisa in tre dosi, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento. Per questo, Giuseppe Lonoce, 21 anni di San Vito è stato tratto in arresto dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni guidati dal capitano Ferruccio Nardacci.

Il ragazzo che lavora presso un bar del posto e che ha precedenti di polizia per la stessa ragione per cui è stato arrestato oggi, è accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli uomini di Nardacci da mesi stanno setacciando il territorio di loro competenza al fine di contrastare il traffico di droga che sta diventando, ormai, una delle attività principali di molti giovani disoccupati e non.

Lonoce è finito nel mirino dei carabinieri durante un normale servizio di controllo, avendo già precedenti specifici è stato uno dei primi ad essere ispezionato. Nella sua abitazione i carabinieri hanno trovato sei grammi di cocaina e tutto il materiale per suddividerla in dosi. Inevitabile l'arresto.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    E dalle macchie della riserva spunta un piccolo arsenale dei trafficanti

  • social

    A 25 anni cerca fortuna al Nord: "Cara Puglia, stai perdendo i migliori"

  • Cronaca

    Parco del Cillarese, bando per due punti ristoro

  • Cronaca

    Seconda Bandiera Verde dei pediatri italiani per il mare di Ostuni

I più letti della settimana

  • Incidente mentre pescava polpi, muore un pensionato

  • A 25 anni cerca fortuna al Nord: "Cara Puglia, stai perdendo i migliori"

  • Il commosso addio al professor Caiolo: "Una persona semplice, gli dobbiamo tanto"

  • Cala Materdomini: tensione durante la demolizione di un'opera abusiva

  • Rapinatori in trasferta da Brindisi a Venezia: quattro arresti dopo sei mesi

  • Mala sotto pressione: ondata di perquisizioni e controlli con l'elicottero

Torna su
BrindisiReport è in caricamento