Sassaiola contro la Morvillo

BRINDISI - E' accaduto alle 18 circa di ieri, sabato 14 luglio. Una grandinata di sassi lanciati dalla strada hanno infranto tre vetrate dell'Istitu to professionale per i servizi sociali di Brindisi, la scuola colpita dall'attentato del 19 maggio scorso. Non è la prima volta che il simbolo di una tragedia diventa bersagio dell'idiozia di pochi.

L'Istituto professionale Morvillo

BRINDISI - E' accaduto alle 18 circa di ieri, sabato 14 luglio. Una grandinata di sassi lanciati dalla strada hanno infranto tre vetrate dell'Istitu to professionale per i servizi sociali di Brindisi, la scuola colpita dall'attentato del 19 maggio scorso. Non è la prima volta che il simbolo di una tragedia diventa bersagio dell'idiozia di pochi.

Basti pensare ai vergognosi guppi di imbecilli che su Facebook hanno ironizzato sulla morte di Melissa Bassi. Sulla sassaiola contro le vetrate della Morvillo Falcone stanno indagando i carabinieri della compagnia di Brindisi per appurare se si sia trattato solo di un atto vandalico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Conflitto a fuoco fra benzinaio e malvivente: esplosi almeno sei colpi

    • Cronaca

      Via del mare, dialogo tra Comune e Authority: possibile accordo sul cristallo

    • Cronaca

      Donna muore in ospedale dopo intervento chirurgico: presentata denuncia

    • Cronaca

      Una raccolta firme contro esternalizzazione asilo nido pubblico di Francavilla

    I più letti della settimana

    • Giovane padre di famiglia muore all'improvviso: autorizzato l'espianto degli organi

    • Assalto armato all'Eurospin: extracomunitario insegue a piedi i banditi

    • Malore per Al Bano: prime cure a Bari, poi il ricovero al "Fazzi" di Lecce

    • Nuova rapina in città: bandito armato di pistola irrompe nel supermercato

    • Le sbarre si abbassano all'improvviso: "Mi sono salvata per un pelo"

    • Agguato di mala nel Tarantino: un brindisino fra i presunti killer

    Torna su
    BrindisiReport è in caricamento