Sblocco raffineria, torna il carburante

BRINDISI - Restano i presidi ma va via via normalizzandosi la situazione relativa al blocco degli autotrasportatori anche in provincia di Brindisi. La buona notizia, in arrivo direttamente dalla prefettura - che monitora costantemente da quattro giorni la situazione sulle strade del territorio - è che entro la serata tutti i distributori Eni - Agip saranno riforniti e torneranno benzina e gasolio. Tutto ciò anche in virtù del fatto che stati rimossi i blocchi dei conducenti dei Tir avevano messo in atto davanti alla raffineria Eni di Taranto per protestare contro i rincari di carburante.

Il picchetto sulla 379 presso Specchiolla

BRINDISI - Restano i presidi ma va via via normalizzandosi la situazione relativa al blocco degli autotrasportatori anche in provincia di Brindisi. La buona notizia, in arrivo direttamente dalla prefettura - che monitora costantemente da quattro giorni la situazione sulle strade del territorio - è che entro la serata tutti i distributori Eni - Agip saranno riforniti e torneranno benzina e gasolio. Tutto ciò anche in virtù del fatto che stati rimossi i blocchi dei conducenti dei Tir avevano messo in atto davanti alla raffineria Eni di Taranto per protestare contro i rincari di carburante.

Gli agenti della Digos di Taranto hanno notificato agli autotrasportatori che, da giorni sostavano dinanzi agli ingressi della raffineria Eni e dei depositi di «Basile Petroli», il provvedimento del prefetto Claudio Sammartino che vieta la sosta dei veicoli nelle aeree antistanti e adiacenti gli impianti. I manifestanti, secondo quanto riferisce un comunicato della polizia, hanno consentito il «ripristino delle attività in considerazione anche dei disagi che la protesta cominciava a creare alla cittadinanza ed in particolare nel settore del rifornimento dei carburanti presso le pompe di benzina del capoluogo e della provincia». L'approvvigionamento alle stazioni di servizio non è ancora iniziato.

Sono stati liberati anche i  presidi dei trasportatori situati sulla 106  ionica e sulla statale 7 ter. A Brindisi i rifornimenti i distributori Eni - Agip si dovrebbero concludere entro l'arco della giornata. Avranno la precedenza nel rifornimento le 9 stazioni di servizio, sul territorio designate già 24 ore prima dalla prefettura per garantire il carburante ai mezzi delle forze dell'ordine,  alle ambulanze e ai mezzi di soccorso per fronteggiare le eventuali emergenze. La situazione, almeno sul fronte carburante dovrebbe tornare alla normalità entro la fine della giornata.

Restano intanto i presidi degli autotrasportatori nel Brindisino, tre in tutto. Il più importante quello lungo la statale Brindisi-Bari tra Torre Santa Sabina e Specchiolla dove ci sono ancora una settantina di  Tir disposti su entrambe le carreggiate. Restano anche i presidi alla zona industriale di Francavilla Fontana e sulla strada provinciale 56 per Oria  con una ventina di camion ancora in sosta. Tutti comunque consentono un tranquillo scorrimento del traffico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpi di pistola alla testa: brindisino ucciso sotto casa a 19 anni

  • Camion si ribalta e sfonda spartitraffico: superstrada riaperta al traffico

  • Professore in pensione trovato morto in casa, il corpo era in decomposizione

  • "Samara Challenge": a San Pietro si chiede l'intervento delle forze dell'ordine

  • Ucciso a 19 anni: si indaga sul movente. Il papà: "Perché tanta cattiveria"

  • Vivere e morire nel ghetto. L'altra faccia dell'emergenza giovanile

Torna su
BrindisiReport è in caricamento