Sciopero: picchiato camionista

FASANO - Non l’ha passata liscia, un autotrasportatore di Molfetta che nella tarda serata di ieri non si è fermato in colonna con gli altri mezzi pesanti al picchetto che da tre giorni viene mantenuto dai camionisti in sciopero sulla superstrada 379 all’altezza di Specchiolla. E’ scattato l’inseguimento ed alla fine un gruppo di persone, ora in corso di identificazione, gli ha tagliato la strada nei pressi dello svincolo di Torre Canne, lo ha costretto a scendere e lo ha sottoposto ad un pestaggio, lasciandolo poi sul posto contuso e sotto shock.

Il picchetto sulla 379 presso Specchiolla

FASANO - Non l’ha passata liscia, un autotrasportatore di Molfetta che nella tarda serata di ieri non si è fermato in colonna con gli altri mezzi pesanti al picchetto che da tre giorni viene mantenuto dai camionisti in sciopero sulla superstrada 379 all’altezza di Specchiolla. E’ scattato l’inseguimento ed alla fine un gruppo di persone, ora in corso di identificazione, gli ha tagliato la strada nei pressi dello svincolo di Torre Canne, lo ha costretto a scendere e lo ha sottoposto ad un pestaggio, lasciandolo poi sul posto contuso e sotto shock.

La vittima ha chiamato i carabinieri, ed è stata raggiunta da una pattuglia del Norm di Fasano, dirottata sul luogo dalla sala operativa del 112. Successivamente, i carabinieri hanno interrogato il camionista vittima dell’aggressione presso il comando compagnia di Fasano. Non si può escludere che gli inseguitori abbiano anche esploso colpi d’arma da fuoco. Erano a bordo di un’auto.

La vicenda tuttavia pare abbia avuto un prologo proprio all’altezza dell’area di servizio Tamoil che i camionisti in sciopero stanno utilizzando come base provvisoria del picchetto. La Digos della questura di Brindisi, in collaborazione con i carabinieri, sta verificando se  effettivamente la spedizione punitiva sia partita dalla stazione di servizio  subito dopo che il camion della vittima si era allontanato dal posto di blocco.

Il camion inseguito trasportava mangimi per animali domestici, ed è difficile che si sia trattato, ad esempio, di un tentativo di rapina. Anche perchè dopo il pestaggio nessuno ha toccato nulla del carico. Alla vittima i sanitari dell'ospedale di Fasano hanno assegnato cinque giorni di prognosi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Falso allarme bomba: tribunale di Brindisi evacuato per due ore

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Temporali e scirocco: allerta meteo gialla per Brindisi e Salento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento