Scoperto canile abusivo in campagna: c'erano 76 randagi. Una denuncia

Un rifugio per cani costruito abusivamente in aperta campagna è stato scoperto dai carabinieri forestali della stazione di Ceglie Messapica

SAN VITO DEI NORMANNI – Un rifugio per cani costruito abusivamente in aperta campagna è stato scoperto dai carabinieri forestali della stazione di Ceglie Messapica. Denunciata la responsabile, una 22enne di San Vito, T.M., è accusata di detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura (articolo 727, comma 2, del Codice Penale). Oltre alla sanzione penale, alla proprietaria verrà comminata anche una multa per la detenzione di cani non iscritti all’anagrafe canina, e che pertanto dovranno essere dotati di apposito “microchip”.

Cuccioli-2

Il canile era stato realizzato in contrada Laurelli a San Vito dei Normanni. L’attenzione dei militari, impegnati in un servizio di pattugliamento, è stata attirata dall’abbaiare dei cani. In tutto erano 76. Il sopralluogo è stato eseguito con il supporto di un veterinario dell’Asl di Brindisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Gli accertatori hanno constatato la costruzione, del tutto abusiva, di recinzioni metalliche, ormai arrugginite, fissate al suolo da cordoli di calcestruzzo con pavimentazione in materiale inerte stabilizzato - legge in una nota stampa - anche le condizioni igienico-sanitarie sono risultate carenti, per cui si è proceduto ad apporre i sigilli a tutta l’ area, di circa 1000 metri quadrati di superficie”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Assembramenti e spiagge libere: come si stanno organizzando i Comuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento