Oggetto sospetto sul fondale all'ex Lido Poste: segnalato agli artificieri

Saranno gli specialisti del Nucleo Sdai della Marina Militare a verificare se si tratta o meno di un ordigno bellico

Foto di Salvatore Barbarossa

BRINDISI – Saranno gli specialisti del Nucleo Sdai (Servizio difesa antimezzi insidiosi) della Marina Militare a sciogliere i dubbi circa la natura dell’oggetto cilindrico segnalato stamani sul fondale sabbioso, a circa 60 metri della battigia tra il Lido Oktagona e la spiaggia libera dell’ex Lido Poste, sulla litoranea nord di Brindisi.

Sul posto, per un esame preliminare dell’oggetto metallico, sono già intervenuti Capitaneria di Porto e Vigili del Fuoco. La stessa Capitaneria ha provveduto a trasmettere al Nucleo Sdai di Taranto le immagini del presunto ordigno, che è stato pedagnato per una facile localizzazione.

Curiosità tra i bagnanti che sia stavano godendo la giornata rinfrescata dal vento di maestrale, ma nessuna preoccupazione apparente: casi del genere non sono certo infrequenti lungo le coste brindisine, come i falsi allarmi. I sommozzatori artificieri del Nucleo Sdai, nel caso si trattasse di un ordigno bellico, provvederanno al suo trasporto al largo, dove sarà fatto brillare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna muore al Pronto soccorso: negativo il test del coronavirus

  • Virus, paziente in valutazione al Perrino. Treno bloccato a Lecce

  • Virus, declassato caso sospetto, ma resta l'isolamento. Un altro oggi

  • Detenuto ai domiciliari ingerisce acido: morto dopo dieci giorni di agonia

  • Lite con l'inquilino: proprietario fa un buco, entra e mura la porta

  • Flacone di amuchina a prezzo quintuplicato: nei guai un commerciante

Torna su
BrindisiReport è in caricamento